Fondi europei, Gangi: "Indolenza sfacciata e arrogante della burocrazia in Sicilia" :ilSicilia.it

presidente del Comitato regionale Piccola Industria di Confindustria

Fondi europei, Gangi: “Indolenza sfacciata e arrogante della burocrazia in Sicilia”

di
20 Luglio 2020

“La riprogrammazione dei fondi europei ha superato da giorni l’esame dell’Assemblea regionale. I documenti si spera siano già a Roma per l’ok finale, in maniera che si possa intanto iniziare a erogare 400 milioni di euro (i primi previsti, per inciso) per le famiglie, le imprese e i professionisti siciliani. Era una misura già contenuta nella finanziaria regionale di aprile, ancora lettera morta a tre mesi di distanza. Ma attenzione: il ritardo non è certo solo di alcuni mesi. Si tratta infatti di una rimodulazione di fondi esistenti da anni, della programmazione che scade appunto in questo disgraziato 2020” dichiara Salvatore Gangi, presidente del Comitato regionale Piccola Industria di Confindustria in Sicilia.

“Fondi fin qui inutilizzati che soltanto “grazie” all’emergenza Covid-19 si dovrebbero finalmente sbloccare – spiega -. E se non vi fosse stata la pandemia che fine avrebbero fatto? Si sarebbero persi nei meandri burocratici della Regione? E che cosa dire della assolutamente necessaria programmazione dei fondi 2021-2027? Ancora nessun accenno che si stia muovendo qualcosa. Lentezza su lentezza, dunque, a cristallizzare un ritardo già storico dello sviluppo umano e sociale (innanzitutto), ma anche economico dell’Isola”.

“È davvero una indolenza sfacciata e arrogante quella di buona parte della burocrazia in Sicilia (ma, va da sé, anche di una certa politica ovviamente). Su tutti i fondi disponibili grava una tempistica irrazionale imposta da funzionari e dirigenti vari sui quali a questo punto fondato è il sospetto che scientemente pongano in atto ogni tattica dilazionatoria possibile per rallentare la crescita e lo sviluppo dei territori – conclude -. Del resto, la povertà diffusa e l’arsura di lavoro di giovani e meno giovani sono il perfetto bacino di coltura di un potere clientelare al quale alcuni proprio non vogliono rinunciare”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Agenda

di Renzo Botindari

Memento di una Persona Perbene

Mentre tutti oggi onorano la rimembranza di questi personaggi, io amareggiato penso a quelle che saranno state le loro ultime ore di vita, delusi, traditi e chiusi in sé stessi nell’attesa che qualcosa di brutto potesse accadergli.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin