15 febbraio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.43
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11

L'incontro: "La Sicilia che innova"

Fondi UE 2014-20: pioggia di milioni in arrivo per le imprese siciliane | VIDEO

20 luglio 2018

Si è conclusa oggi, presso l’Assessorato regionale alle attività produttive, la prima stagione degli incontri territoriali del Po Fesr Sicilia 2014-2020. L’incontro ha avuto come tema l’innovazione, che riguarda l’Obiettivo Tematico 1 (OT1) e l’Obiettivo Tematico 3 (OT 3) del Programma Operativo, quale leva fondamentale per promuovere la crescita dell’economia e lo sviluppo imprenditoriale dell’Isola. Non solo start up, ma anche riqualificazione del tessuto produttivo siciliano attraverso il rilancio delle imprese esistenti.

Sono in tutto 200 milioni le risorse europee già messe a bando dall’Assessorato per sostenere le imprese che scommettono sull’innovazione tecnologica, dei servizi e dei prodotti. A questi se ne aggiungeranno presto altri 200. Sono, infatti, in cantiere numerosi altri bandi ai quali stanno lavorando i tecnici di Via degli Emiri. Questi, in sintesi, i numeri presentati dall’assessore, padrone di casa, Mimmo Turano. All’incontro hanno partecipato anche l’assessore alla Formazione, Roberto Lagalla, e il presidente della Regione Siciliana, che ha aperto i lavori del convegno.

Fesr, Fondi Ue, Musumeci e Turano“Tante opportunità, il paradosso è che stiamo cominciando da meno 3”, ha detto Nello Musumeci parafrasando il celebre titolo di un film di Massimo Troisi. “Manca l’orientamento, manca una ricognizione dei bisogni, manca il personale tecnico che possa stimolare e sostenere l’esame delle istanze, manca la necessità di informazione. Nonostante tutto in sei mesi abbiamo fatto quello che non si era fatto in tanti anni: centinaia di milioni messi a disposizione delle imprese per l’ammodernamento tecnologico per stare sui mercati internazionali, per promuovere i prodotti per sostenere le imprese giovanili”.

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Figlio inferiore e padre superiore

Le paturnie e i pensieri ossessivi sono alimentati dagli oggetti interiorizzati, dalla rappresentazione interna dei genitori, in questo caso, specialmente, del padre, idealizzato come uomo superiore, contro lui che è, invece, l’uomo inferiore.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Il ragazzo con la valigia

Non era più l’istruzione a far da discriminante nel mettere le valige in mano ai giovani. Era l’ottusità di certe politiche e l’incapacità di questa terra nel costruire un futuro migliore a spingere i giovani ad andare via.