Fondi UE 2014-20: pioggia di milioni per le imprese siciliane | VIDEO :ilSicilia.it

L'incontro: "La Sicilia che innova"

Fondi UE 2014-20: pioggia di milioni in arrivo per le imprese siciliane | VIDEO

20 Luglio 2018

Si è conclusa oggi, presso l’Assessorato regionale alle attività produttive, la prima stagione degli incontri territoriali del Po Fesr Sicilia 2014-2020. L’incontro ha avuto come tema l’innovazione, che riguarda l’Obiettivo Tematico 1 (OT1) e l’Obiettivo Tematico 3 (OT 3) del Programma Operativo, quale leva fondamentale per promuovere la crescita dell’economia e lo sviluppo imprenditoriale dell’Isola. Non solo start up, ma anche riqualificazione del tessuto produttivo siciliano attraverso il rilancio delle imprese esistenti.

Sono in tutto 200 milioni le risorse europee già messe a bando dall’Assessorato per sostenere le imprese che scommettono sull’innovazione tecnologica, dei servizi e dei prodotti. A questi se ne aggiungeranno presto altri 200. Sono, infatti, in cantiere numerosi altri bandi ai quali stanno lavorando i tecnici di Via degli Emiri. Questi, in sintesi, i numeri presentati dall’assessore, padrone di casa, Mimmo Turano. All’incontro hanno partecipato anche l’assessore alla Formazione, Roberto Lagalla, e il presidente della Regione Siciliana, che ha aperto i lavori del convegno.

Fesr, Fondi Ue, Musumeci e Turano“Tante opportunità, il paradosso è che stiamo cominciando da meno 3”, ha detto Nello Musumeci parafrasando il celebre titolo di un film di Massimo Troisi. “Manca l’orientamento, manca una ricognizione dei bisogni, manca il personale tecnico che possa stimolare e sostenere l’esame delle istanze, manca la necessità di informazione. Nonostante tutto in sei mesi abbiamo fatto quello che non si era fatto in tanti anni: centinaia di milioni messi a disposizione delle imprese per l’ammodernamento tecnologico per stare sui mercati internazionali, per promuovere i prodotti per sostenere le imprese giovanili”.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.