12 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 09.27

Meno 32% di fondi POR Sicilia 2000-2006

Fondi UE, Ferrandelli: “Necessario un cambio di rotta”

27 Giugno 2019

“È necessario un cambio di rotta se non vogliamo finire davvero a fanalino di coda, non solo dell’Italia ma anche d’Europa”. Lo afferma Fabrizio Ferrandelli, componente della direzione nazionale di +Europa, a seguito della sentenza della Corte di Giustizia UE che decreta l’abbassamento del 32% il contributo per il POR Sicilia 2000-2006.

La Sicilia non può più permettersi di perdere in questo modo risorse necessarie per creare opportunità di lavoro, infrastrutture e servizi utili al nostro territorio. E che questo accada a causa di una gestione non accurata, per non dire sciatta, dei fondi – conclude Ferrandelli – è davvero inammissibile. Abbiamo bisogno di una classe dirigente capace, competente che sia in grado di poter dare risposte ai cittadini e che riesca a farne emergere i know-how.  Abbiamo bisogno di un cambio di rotta, decisivo quanto impellente, se non vogliamo perdere le uniche opportunità di crescita di cui disponiamo”.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Palermo dai Capelli Rossi

Non sono qui oggi a parlarvi della prostituzione, non voglio mettere al centro dell’attenzione storie di novelle “bocca di rose” poiché il discorso sarebbe troppo complesso... Parlo di Palermo e dei suoi look diversi...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Non aprite quella pentola…

Vi sono diverse variabili che interferiscono con la comunicazione fra individui. Il livello di intimità raggiunto e il linguaggio del rifiuto utilizzato possono contribuire alla percezione distorta dei fatti e alla creazione di pregiudizi ed equivoci. Tutto dà voce a quei pensieri che sono fuori dalla consapevolezza.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.