Fondi UE, Ferrandelli: "Necessario un cambio di rotta" :ilSicilia.it

Meno 32% di fondi POR Sicilia 2000-2006

Fondi UE, Ferrandelli: “Necessario un cambio di rotta”

di
27 Giugno 2019

“È necessario un cambio di rotta se non vogliamo finire davvero a fanalino di coda, non solo dell’Italia ma anche d’Europa”. Lo afferma Fabrizio Ferrandelli, componente della direzione nazionale di +Europa, a seguito della sentenza della Corte di Giustizia UE che decreta l’abbassamento del 32% il contributo per il POR Sicilia 2000-2006.

La Sicilia non può più permettersi di perdere in questo modo risorse necessarie per creare opportunità di lavoro, infrastrutture e servizi utili al nostro territorio. E che questo accada a causa di una gestione non accurata, per non dire sciatta, dei fondi – conclude Ferrandelli – è davvero inammissibile. Abbiamo bisogno di una classe dirigente capace, competente che sia in grado di poter dare risposte ai cittadini e che riesca a farne emergere i know-how.  Abbiamo bisogno di un cambio di rotta, decisivo quanto impellente, se non vogliamo perdere le uniche opportunità di crescita di cui disponiamo”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.