Fondi Ue, Musumeci su parole Lezzi: "Riconoscimento che sconfessa suoi colleghi all'Ars" :ilSicilia.it

Il governatore commenta l'uscita del ministro

Fondi Ue, Musumeci su parole Lezzi: “Riconoscimento che sconfessa suoi colleghi all’Ars”

di
2 Gennaio 2019

Accogliamo con piacere le parole del ministro Barbara Lezzi perché rappresentano il riconoscimento del lavoro svolto qui in Sicilia che ci ha consentito di tagliare un traguardo forse insperato anche per il governo centrale, nonostante la pesante situazione ereditata da chi ci ha preceduti e che anche sulla spesa dei Fondi europei era rimasto all’anno zero“. Lo dice il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, dopo le dichiarazioni del ministro per il Sud che, commentando l’avvenuta rendicontazione da parte dell’Italia di tutti le risorse comunitarie, aveva rivolto un ringraziamento particolare proprio al governatore dell’Isola.

Un riconoscimento autorevole – aggiunge Musumeci – che sconfessa i commenti pervenuti da alcuni suoi colleghi di partito all’Ars e che ormai ci hanno abituati alla critica a ogni costo, anche al cospetto dei numeri che, per loro stessa natura, sono incontestabili. Guardiamo avanti. Abbiamo già detto che non ci accontentiamo e che ogni obiettivo appena raggiunto diventa, un minuto dopo, il punto di partenza per raggiungerne uno nuovo, ancora più importante. E così sarà“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.