Forbes, due siciliani tra i "30 under 30" più influenti d'Europa [FOTO-VIDEO] :ilSicilia.it
Caltanissetta

Giuseppe Cicero e Martina Ferracane

Forbes, due siciliani tra i “30 under 30” più influenti d’Europa [FOTO-VIDEO]

24 Gennaio 2018
Martina Ferracane e Giuseppe Cicero, Oral3D
Martina Ferracane e Giuseppe Cicero, Oral3D
Giuseppe Cicero
Martina Ferracane, CEO Oral3D
Giuseppe Cicero
Giuseppe Cicero

Il giovane medico siciliano Giuseppe Cicero, classe 1990, padre di Caltanissetta e madre palermitana, è stato nominato lunedì scorso a Londra dalla prestigiosa rivista Forbes nella “Under 30 Europe List”, la lista dei 30 under 30 più influenti in campo medico a livello Europeo. 

Il Dottor Cicero è laureato con lode all’Università degli studi di Tor Vergata, facoltà di Medicina e Odontoiatria a Roma. In seguito è stato accettato nel programma di Parodontologia post laurea alla New York University dove ha frequentato 3 anni di Chirurgia parodontale e impiantare.

È stato selezionatoforbes 30 under 30 da Forbes per l’anno 2018, poiché considerato uno di quei giovani che, «grazie alla ricerca e all’utilizzo di nuove tecnologie stanno partecipando al cambiamento della medicina».

Martina Ferracane, CEO Oral3D

Cicero, che oggi lavora tra Roma New York e Madrid, dove possiede una cattedra all’Università Europea, ha ideato e sviluppato insieme alla collega siciliana Martina Ferracane (ricercatrice di politiche pubbliche, anche lei premiata da Forbes) una start-up chiamata Oral 3D che sta permettendo a dentisti di tutto il mondo l’utilizzo di strumenti di ultima generazione come la stampante 3D per la ricostruzione ossea, fino a poco fa utilizzati solo in pochissimi studi dentistici visti i costi elevati sia per i medici che per i pazienti.

«Il dottor Giuseppe Cicero con il suo impegno è uno dei giovani protagonisti che stanno determinando il cambiamento della medicina non solo attraverso l’introduzione di strumenti tecnologici ma anche grazie all’utilizzo di un nuovo modo di comunicare con i pazienti. Il suo sogno è quello di dare a tutti la possibilità di sottoporsi a cure fino ad oggi economicamente inaccessibili e soprattutto ridare il sorriso a pazienti che hanno subito subito traumi derivanti da incidenti o da malformazione genetiche».

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.