"Foresta Urbana": a Palermo opere da tutto il mondo sul tema arte e natura | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

Fino al 20 gennaio 2019

“Foresta Urbana”: a Palermo opere da tutto il mondo sul tema arte e natura | VIDEO

di
26 Ottobre 2018

Guarda il video in alto 

Si intitola “Foresta Urbana” la mostra, curata da Paolo Falcone, che propone venti lavori di artisti provenienti da tutte le parti del mondo, selezionati per l’attenzione dimostrata verso gli elementi naturali.

Le opere, installate tra Palazzo Belmonte Riso e Piazza Bologni, sono di: Ai Weiwei, Doug Aitken,  Nathalie Djurberg & Hans Berg, Jimmie Durham, Olafur Eliasson, Bill Fontana, Goldschmied & Chiari, Carsten Höller, Ann Veronica Janssens, Koo Jeong A, Richard Long, Ernesto Neto, Benedetto Pietromarchi, Tomás Saraceno, Astrid Seme, Conrad Shawcross, Andreas Slominski, Pascale Marthine Tayou, Luca Vitone e Francesco De Grandi, unico siciliano in mostra.

Guarda il video in basso

Da sempre la relazione tra arte e natura ha attirato l’uomo e l’artista, definendosi sul finire degli anni ’50 in correnti culturali quali la Land Art o l’Envirovmenal Art.

Foresta Urbana, si legge nelle note del curatore, “vuole costruire una costellazione di espressioni linguistiche, una foresta di interpretazioni attraverso la visione che oggi gli artisti hanno assunto nel nuovo millennio“.

Foresta Urbana
Pascale Marthine Tayou

Mettere in relazioni le diverse opere d’arte, per la realizzazione di una foresta ideale, simbolica, metaforica, al fine di raccontare mondi e visioni provenienti da vari continenti, in un formulario concettuale per definire una visione da sviluppare nello scenario odierno.

Individuo e società, dunque, a confronto in una prospettiva che tocca tematiche globali, dalla salvaguardia del pianeta, al diritto alla mobilità, alla libertà di espressione.

Alcune installazioni risultano aver centrato questo obiettivo: “Aerosolar Journeys” dell’argentino Tomàs Saraceno, (guarda il video in alto) un grande pallone argentato che ondeggia e riflette, realmente e romanticamente, tanto le condizioni atmosferiche quanto i contorni della piazza; e poi “Survival Tree” del camerunense Pascale Marthine Tayou, e “Wood #7 Grotesque” di Francesco De Grandi, installazione come spiega l’artista nella video intervista, che richiama alle pitture rupestri dell’uomo primitivo. Di buon impatto le installazioni sonore che, soprattutto su piazza Bologni, richiamano l’attenzione dei passanti, distratti dal sottofondo sonoro urbano.

Foresta Urbana De Grandi
De Grandi

Le opere, si legge ancora nella note, sono altresì dichiarazioni politiche che vedono gli artisti protagonisti di importanti processi legati ai principali fenomeni che colpiscono la società attuale ed ogni opera ne rappresenta il valore, uno scenario ed un processo.

La mostra, inserita nell’ambito di Palermo Capitale Italiana della Cultura, è promossa e realizzata dalla Fondazione Cultura e Arte, in collaborazione con la Città di Palermo; progettata dal Polo Museale d’Arte Moderna e Contemporanea.

In esposizione fino al 20 gennaio 2019, aperture dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 20; giovedì, venerdì e sabato dalle 10 alle 24.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Banner Telegram

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin