Formazione, Lagalla: "Possibile per gli enti la cessione del credito" :ilSicilia.it

l'annuncio

Formazione, Lagalla: “Possibile per gli enti la cessione del credito”

di
24 Gennaio 2022

L’assessorato regionale all’Istruzione e alla Formazione professionale ha istituito lo strumento della “cessione del credito“, per garantire agli enti di formazione professionale la tempestiva erogazione delle somme dovute, a titolo di anticipazione e saldo, per il finanziamento delle attività̀ formative. Agli enti che lo richiederanno, sarà quindi possibile rilasciare un’apposita certificazione del credito spettante e questa potrà essere utilizzata ai fini dell’eventuale cessione del credito, concesso da istituti bancari o soggetti economici.

«Grazie a questo strumento disposto in favore degli enti della formazione – spiega l’assessore Roberto Lagalla questi potranno tutelare il personale e garantire una stabile continuità delle attività formative erogate, anche nel caso in cui non riuscissero a incassare tempestivamente le anticipazioni delle risorse finanziate dalla Regione. Si tratta di una ulteriore azione in favore della del sistema della formazione siciliano che, grazie a quanto operato dal governo Musumeci durante gli ultimi anni, è riuscito a volgere in positivo una situazione pesantemente in stallo, che aveva messo a dura prova i lavoratori dell’intero comparto».

Potranno essere ammessi all’istituto della cessione del credito gli enti regolarmente accreditati all’assessorato regionale dell’Istruzione e della Formazione professionale, ai sensi del Dpr n. 25 del primo ottobre 2015, che operano, in particolare, nel settore della formazione professionale.

La procedura si applica a tutte le fasi relative alle procedure di finanziamento regionale ed extraregionale e costituisce un importante strumento per la semplificazione del rapporto tra amministrazione regionale e partenariato della formazione, assicurando a quest’ultimo correntezza finanziaria e stabilità economica.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.