Formazione: l'assessore Lagalla consegna attestati a studenti disabili :ilSicilia.it
Banner Bibo
Palermo

Ieri pomeriggio la cerimonia

Formazione: l’assessore Lagalla consegna attestati a studenti disabili

di
23 Dicembre 2018

Artigianato e tradizioni. Un progetto innovativo sperimentale del centro Villa Nave con il supporto di Confartigianato Imprese Sicilia. Ieri pomeriggio 14 allievi, di cui 8 diversamente abili e un immigrato regolarizzato, hanno ricevuto gli attestati di partecipazione ai corsi di formazione professionale. Lezioni che hanno avuto lo scopo di formare i ragazzi alla lavorazione di quattro prodotti artigianali della tradizione siciliana: la costruzione delle nasse da pesca, la lavorazione delle fibre del fico d’India, la decorazione della ceramica e la creazione dei tappeti tradizionali ericini, realizzati con particolari telai per il recupero delle stoffe.

“È stato un percorso che ha riempito noi organizzatori di orgoglio ma che ha arricchito in particolar modo il percorso di crescita dei normodotati e dei diversamente abili, con il loro scambio continuo di idee e di esperienze – ha detto  Enzo La Mantia, progettista del corso – . Le lezioni si  sono svolte nella nostra struttura di Villa Nave, centro di riabilitazione per disabili da 65 anni convenzionato con il sistema sanitario nazionale”.

Gli  attestati sono stati consegnati oggi pomeriggio alla Cittadella dell’Artigianato, in via Magliocco a Palermo. E non si poteva scegliere scenario più adatto della fiera natalizia di Confartigianato, cuore pulsante dell’artigianato siciliano in mostra e in vendita fino al 6 gennaio del 2019. Gli attestati ai corsisti e ai formatori sono stati consegnati dall’assessore regionale alla Formazione Roberto Lagalla, dal vice presidente nazionale di Confartigianato Imprese, Filippo Ribisi e dal presidente regionale di Confartigianato Sicilia, Giuseppe Pezzati.

“Formare i giovani, trasmettere loro il sapere e il fare artigiano, è una scelta culturale forte, importante – ha detto Giuseppe Pezzati, presidente regionale di Confartigianato Sicilia –. Far sì che la nuova generazione possa riscoprire l’arte, la manualità, innovandola con l’ingegno di oggi, è una strada vincente. Ci piace parlare sempre dell’importanza della cultura. E questi corsi portati avanti dal centro Villa Nave, nascono proprio in questa direzione. Avere coinvolto giovani diversamente abili e normodotati insieme, è un segnale di civiltà, di crescita che non possiamo non sostenere con orgoglio”.

I corsi sono stati finanziati dal fondo ministeriale Formatemp e i curriculum degli studenti partecipanti verranno ora inseriti nella banca dati di Adecco.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Deco