8 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 07.33

sottoscritto a Roma

Formazione professionale in Sicilia, siglato il contratto collettivo di lavoro

31 Maggio 2019

Il 30 maggio è stato sottoscritto a Roma, tra le Confederazioni Ugl e Federterziario, il contratto collettivo regionale di lavoro per la Regione Sicilia per il settore della formazione professionale, così come previsto dall’articolo 2.1 del ccnl Scuola Federterziario/Ugl.

Il contratto regionale – spiega il segretario confederale dell’Ugl, Giovanni Condorelli – sarà applicato nella Regione siciliana, in questa prima fase fino al 31 agosto 2020, dando così il via libera alla contrattazione territoriale ed aziendale”.

Condorelli insieme al segretario Ugl Sicilia, Giuseppe Messina, al segretario Ugl Scuola Sicilia, Giusi Fiumanò, e a una delegazione di Federterziario Nazionale, Scuola e Sicilia, guidata dal direttore Alessandro Franco, ha sottoscritto il contratto regionale del settore della Formazione professionale.

Tra le novità da segnalare – dice Condorelliil ruolo strategico e determinante svolto dall’ente bilaterale con l’obiettivo di migliorare sia il sistema della formazione professionale siciliana sia le condizioni di lavoro degli addetti. Tra le finalità, l’erogazione di un’indennità proporzionata alla retribuzione nei casi di sospensione delle attività formative”.

“Altra innovazione, un sistema premiante con indennità aggiuntive, in favore dei lavoratori impegnati nelle istituzioni formative caratterizzate da particolari complessità organizzative. Adeguata anche la tabella economica ferma ormai ad oltre 7 anni”.

Gli strumenti introdotti – conclude – valorizzano gli operatori della Formazione professionale e accorciano le distanze tra le esigenze degli enti formativi e le istituzioni pubbliche”.

Tag:
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.