Formazione soccorso alpino tra Monte Pellegrino e Monte Gallo: termina il modulo "roccia" :ilSicilia.it

terminato domenica 19 maggio

Formazione soccorso alpino tra Monte Pellegrino e Monte Gallo: termina il modulo “roccia”

di
20 Maggio 2019

E’ giunto al termine domenica 19 maggio, dopo quattro giorni intensi e impegnativi, il corso di formazione per Operatori di Soccorso Alpino (OSA).

Il conseguimento della qualifica è un passaggio obbligatorio per tutti i tecnici che avranno ruoli operativi negli interventi di soccorso per gli infortunati nell’esercizio delle attività alpinistiche, escursionistiche e speleologiche.

Durante corso di formazione, tenutosi tra Monte Pellegrino e Monte Gallo, gli istruttori regionali hanno illustrato e applicato le tecniche di movimentazione in qualsiasi ambiente, le manovre di soccorso e di gestione della barella in parete e su terreno impervio.

A questa parte del corso denominata modulo roccia seguiranno, durante il prossimo inverno, il modulo neve e il modulo ghiaccio.

Completate le tre formazioni seguiranno le verifiche che, se superate, consentiranno ai 15 aspiranti operatori provenienti da tutta la Sicilia, di acquisire la qualifica OSA e con essa la piena operatività all’interno del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) e la possibilità di accedere a qualifiche superiori secondo i piani formativi nazionali.

Hanno presenziato all’evento formativo il presidente regionale del soccorso alpino ed il vice delegato della XXI delegazione, mentre hanno collaborato alle operazioni tecniche, tecnici e quadri della Stazione Palermo-Madonie del soccorso Alpino.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“Teoremi, Postulati e Dogmi”

Oggi il capo non vuole più esser messo in discussione. Una mente matematica come la mia nella sua vita si è nutrita di teoremi i quali partendo da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, giungono a conclusioni, dandone una dimostrazione.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.