Forza Italia, Calderone attacca Lentini: "Una comparsa" :ilSicilia.it

Dopo il cambio di casacca

Forza Italia, Calderone attacca Lentini: “Una comparsa”

15 Dicembre 2019

“Dispiace leggere le dichiarazioni dell’on. Lentini, soprattutto quando parla di Forza Italia come di un partito di nominati, che non dialoga. È stato solo per pochi mesi all’interno del Gruppo parlamentare, ma di certo non sono mancate le occasioni per un confronto costruttivo e serrato a cui evidentemente lui non ha dato importanza”.

A riferirlo è il Capogruppo di Forza Italia al Parlamento Siciliano, on. Tommaso Calderone, a seguito della fuoriuscita di Totò Lentini dal partito, per approdare al gruppo di Fratelli d’Italia.

“Sin dal mio insediamento come Capogruppo – ha aggiunto Calderone – ho sempre aperto le porte al dialogo, incentivando una discussione collegiale. Trovo dunque discutibile l’utilizzo di tale pretesto per saltare da un treno all’altro. Ricordo solo all’on. Lentini che quando parla di rendere conto e ragione al popolo, dovrebbe rammentare che proprio il popolo di cui lui parla, lo ha eletto e identificato tra le fila di Forza Italia, il partito guida degli ideali dei moderati a cui lui fa riferimento. Auguriamo buona fortuna al deputato Lentini, consapevoli che sul territorio, Forza Italia continuerà la sua attività all’insegna del radicamento e dell’appartenenza ai propri valori, che di certo in qualche caso specifico sono mancati per ragioni d’opportunismo.

Aldilà della brevissima apparizione da comparsa, ricorderemo l’on. Lentini più per le sue richieste che per le sue proposte”. 

 

 

LEGGI ANCHE:

Ars, Totò Lentini saluta Forza Italia e approda a Fdi

 

Tag:
Cultura
di Renzo Botindari

Musica e Qualità di Vita

Oggi questa città ha più teatri “aperti”, ma nessuno di questi è dotato di una agibilità definitiva per il pubblico spettacolo, nell’attesa di lavori che comportano serie risorse dedicate e destinate alla loro messa in sicurezza. La musica, gli spettacoli meritano e necessitano di spazi propri sia per apprezzarne in pieno la qualità, sia per garantire quella trascurata dalle nostre parti “qualità di vita”, diritto di tutti.