Foss, interrogazione di Lo Curto (Udc): "Gravi irregolarità, sia commissariata" :ilSicilia.it

dopo la revoca della Sovrintendente

Foss, interrogazione di Lo Curto (Udc): “Gravi irregolarità, sia commissariata”

di
24 Giugno 2019

Mentre il cda della Fondazione dell’Orchestra sinfonica Siciliana si riunisce per vari punti di un ordine del giorno delicato, tra cui la nuova nomina del Sovrintendente, ecco che nelle scrivanie dei Palazzi, arriva un’interrogazione parlamentare firmata dalla parlamentare regionale Eleonora Lo Curto. L’onorevole dell’Udc pone numerose domande a seguito del polverone che ha investito la Foss nei giorni scorsi.

La scintilla che ha fatto accendere le polemiche riguarda un documento dell’ex commissario Riggio inviato alla Corte dei Conti e alla procura e la revoca ‘lampo’ della nomina della Sovrintendente, Ester Bonafede.

Il deputato regionale punta i riflettori principalmente sulle “gravi irregolarità” riguardanti la nomina del direttore artistico eseguita dal cda nell’aprile del 2019, mentre la legge prevede che questa figura possa essere nominata solo dal sovrintendente. Si legge nel documento: “L’art. 20 del vigente statuto recita testualmente che il Direttore Artistico è nominato dal Sovrintendente fra i musicisti di chiara fama che abbiano comprovata esperienza nella organizzazione di spettacoli musicali. Egli svolge funzioni di consulenza al Sovrintendente, nonchè compiti di organizzazione delle attività artistiche della Fondazione’. Il punto b) dell’art. 25 del vigente statuto recita testualmente ‘L’Assessore regionale al Bilancio e Finanze può proporre al Presidente lo Scioglimento del Consiglio di Amministrazione quando : b) risultano gravi irregolarità nell’amministrazione, ovvero gravi violazioni delle disposizioni legislative, amministrative o statutarie, che regolano l’attività della Fondazione’. “Risulta che il Consiglio di Amministrazione in carica, con deliberazione del CdA n. 2 del 15.04.2019, ha provveduto a conferire incarico di Direttore Artistico al Maestro Marcello Panni”.

“Abbiamo già individuato una serie di anomalie sia di questo cda, sia della vecchia gestione – afferma la lo Curto – Oggi ho proposto questa interrogazione al presidente della Regione, sollevando l’opportunità di commissariare la Foss. Ritengo che ci sia una precisa violazione dello statuto. Mi sarei attesa un atto di maggiore intelligenza da parte del presidente della Cda Stefano Santoro. Troppe ombre inquinano l’atmosfera della Foss. Io ritengo allarmante tutto ciò che è accaduto e ciò che dovrà accadere”.

Domani, (25 giugno  ndr) alle 14, sono stati invitati l’ex commissario Giovanni Riggio, il presidente del consiglio di amministrazione Santoro, a presentarsi alla quinta commissione dell’Ars. Insieme a loro, sono stati convocati anche il presidente della Regione Nello Musumeci e l’assessore per l’economia Gaetano Armao.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

“La casa di carta”, da flop a fenomeno planetario

Nel maggio del 2017 in Spagna viene messa in onda per la prima volta la serie tv "La casa de papel" che, dopo un lusinghiero iniziale consenso di pubblico, vede diminuire rapidamente gli ascolti - tanto che al termine della seconda stagione i produttori e di conseguenza il cast ritengono concluso il progetto

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin