Fp Cgil Sicilia: "Preoccupazioni per le dimissioni dei consiglieri della Camera di Commercio" :ilSicilia.it
Palermo

la nota del sindacato

Fp Cgil Sicilia: “Preoccupazioni per le dimissioni dei consiglieri della Camera di Commercio”

di
28 Settembre 2019

La Fp Cgil Sicilia,  esprime fortissima preoccupazione per quanto riportato dalle fonti giornalistiche in ordine alle dimissioni di tutti i Consiglieri di area Confcommercio della CCIAA di Palermo ed Enna. Da quando le Camere dei due territori si sono accorpate, gli sforzi per mantenere altissimo il livello qualitativo degli Enti è stato supportato da tutti i dipendenti sia di quelli di ruolo dei di quelli precari.

Come è notorio al Consiglio Camerale e alla Giunta, ma anche ai non addetti ai lavori, le difficili condizioni economiche in cui versa l’Ente non nascono dalle ridotte capacità finanziarie seguite al taglio del diritto annuale, ma sono legate esclusivamente al comune problema delle Camere siciliane, che pagano direttamente le pensioni agli ex dipendenti dal bilancio corrente. Il nuovo consiglio camerale aveva intrapreso un percorso virtuoso nel quale anche Unioncamere nazionale aveva dato il suo contributo e che ha portato alle soglie di un accordo con Inps Nazionale, che prende su di se il carico del pagamento, avendo in contropartita i beni mobili ed immobili necessari a garantire ai pensionati e ai pochi futuri rimanenti la certezza di una vecchiaia serena.

La FP CGIL è preoccupata dalle dichiarazioni riportate dai giornali del gruppo dei consiglieri espressione di Confcommercio, cfr Repubblica online del 28/09/2019 “Avevamo sperato, con spirito di servizio – dicono consiglieri dimissionari -, di potere dare un contributo allo sviluppo del territorio e delle imprese. Purtroppo non è stato possibile, anche perché la Camera di Commercio versa in gravissime condizioni finanziarie causate dalla drastica riduzione dei diritti camerali, imposta anni fa dal governo nazionale: condizioni che rendono insostenibile la corretta conduzione dell’Ente che deve tra l’altro perseguire il principio del pareggio di bilancio. Tutto ciò ha determinato l’impossibilità di realizzare strategie concrete per lo sviluppo dei territori. Ci auguriamo che le nostre dimissioni possano rappresentare un segnale importante per contribuire a una presa di coscienza sulla necessità di affrontare con ben altra determinazione le gravi criticità attuali”. C’è da chiedersi dove sono stati costoro durante gli ultimi due anni, nei quali sono stati fatti tutti quei passi necessari per riportare il Bilancio dell’Ente nell’alveo della normalità, così come i verbali di Giunta e Consiglio testimoniano lo sforzo intrapreso.

E’ bene ricordare che la trattativa sulle pensioni accomuna tutte le camere dell’Isola e scelte inappropriate ed inopportune, quali le dimissioni di tutto il consiglio camerale, minerebbero tutto il processo. La Fp Cgil ricorda inoltre agli amministratori di questo Ente che i fondi che verrebbero capitalizzati dalla vendita di azioni e beni immobili sono vincolati, con delibera di Giunta prima, e di Consiglio dopo, all’uso esclusivo del fondo pensioni dei dipendenti.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Agenda

di Renzo Botindari

Memento di una Persona Perbene

Mentre tutti oggi onorano la rimembranza di questi personaggi, io amareggiato penso a quelle che saranno state le loro ultime ore di vita, delusi, traditi e chiusi in sé stessi nell’attesa che qualcosa di brutto potesse accadergli.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin