Turista causa cedimento scogliera alla Tabaccara, panico a Lampedusa :ilSicilia.it
Agrigento

Accanto all'isola dei Conigli

Turista causa cedimento scogliera alla Tabaccara, panico a Lampedusa

di
22 Agosto 2019

Non c’è stata una frana dalla scogliera, come si è appreso in un primo momento, ma una caduta di alcune pietre tra l’isola dei Conigli e la Tabaccara, a Lampedusa.

A rimanere leggermente ferito è stato un turista di 52 anni. A raccontare quanto avvenuto è la moglie, contattata telefonicamente: “Mio marito si è arrampicato dal mare nella scogliera per fare delle foto, ma sono caduti dei massi, lui si è spaventato, invece di scendere e salito ancora e si è procurato lievi ferite”.

L’uomo è stato aiutato a scendere dal costone roccioso dove si era arrampicato per lo spavento, dopo la caduta di pietre e terriccio, dai vigili del fuoco del distaccamento di Lampedusa. Poi è stato portato per precauzione nel poliambulatorio per accertamenti.

Era salito sulla scogliera direttamente dal mare, in quella zona con il fondale basso, per scattare delle fotografie. La notizia, ingigantita, ha creato panico tra i tanti bagnanti che si trovavano nella zona della Tabaccara e sulla vicina spiaggia dell’Isola dei Conigli, strapiena in questa stagione. I vigili del fuoco parlano di “piccolo smottamento”.

Il turista quindi non ha riportato gravi conseguenze. Intervenuti uomini di guardia costiera, vigili del fuoco e ambulanze. Panico e paura tra i molti bagnanti che hanno assistito alla scena.

L’incidente è avvenuto a metà mattinata nella parte di mare tra i più limpidi e cristallini di tutta Italia.

LA PROTEZIONE CIVILE: “Imprudenza pericolosa”

“L’incidente ha a che fare con l’imprudenza. Consigliamo sempre di evitare di avventurarsi attraverso sentieri e percorsi impervi e poco battuti affinché una vacanza non si trasformi in uno spiacevole ricordo”. Così il responsabile regionale del Dipartimento della Protezione Civile, Calogero Foti, commenta l’incidente avvenuto a Lampedusa nel quale è rimasto lievemente ferito un turista che si era arrampicato sulla scogliera della Tabaccara, a picco sul mare, rimanendo bloccato.

Durante tutte le operazioni di soccorso il responsabile regionale della Protezione Civile è stato in contatto costante con la Guardia Costiera e i vigili del fuoco, che hanno tratto in salvo l’escursionista

Il sindaco di Lampedusa Totò Martello

“Non c’è stata alcuna frana ma solo la caduta di terriccio nella parete della Tabaccara che non sovrasta la spiaggia dell’isola dei Conigli, perché una coppia si stava arrampicando e gli è scivolato il terreno sotto ai piedi. L’allarme ci ha fatto scattare ma è stato ingigantito”.
Lo dice il sindaco di Lampedusa, Totò Martello, spiegando le ragioni dell’allarme, che si è ingigantito, sull’isola. “Quattro turisti si sono avvicinati con un barchino – aggiunge – poi sono arrivati ai piedi del costone. Uno sarebbe salito, la moglie lo avrebbe cominciato a seguire mentre due ragazzi sono rimasti vicino al mare. I due che stavano salendo si sono spaventati per il terriccio che gli sfuggiva sotto ai piedi e hanno chiamato i vigili del fuoco. L’accesso all’isola dei Conigli non è mai stato chiuso”.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin