Francesco Raimondo: "La Botanica è scienza viva in continua evoluzione" | VIDEO Intervista :ilSicilia.it
Palermo

tra gli obiettivi la realizzazione di un erbario

Francesco Raimondo: “La Botanica è scienza viva in continua evoluzione” | VIDEO Intervista

di
21 Novembre 2019

Guarda la video intervista in alto

Francesco Maria Raimondo, fino a pochi anni fa ordinario di Botanica presso la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università degli Studi di Palermo, è stato riconfermato, per la terza volta, alla residenza dell’Optima (Organization for the Phyto-taxonomic Investigation in the Mediterranean Area).

Da sempre Raimondo è dedito alla ricerca e all’esplorazione di ogni angolo della Sicilia e non solo, come ci dice nella video intervista, per catalogare e “fissare nel tempo” il maggior numero di specie botaniche.

Questa attività, grazie anche al progredire scientifico, ha portato alla scoperta di nuove specie, mai catalogate, e condivise per la prima con il comparto scientifico internazionale.

L’obiettivo di questa raccolta – continua Raimondo nella video intervista – è creare, prima possibile, un erbario a Palermo o comunque in Sicilia, luogo eccezionale nel Mediterraneo. Qui si contano, infatti, migliaia e migliaia di famiglie, e sottospecie, botaniche che superano di gran lunga la media degli altri paesi del bacino.

L’organizzazione in dettaglio

Francesco Maria Raimondo

Optima, nella fattispecie, è una organizzazione internazionale di botanici che si prefigge l’esplorazione fito-geografica e fito-tassonomica sin dal 1974.

Al momento il progetto dell’erbario è accantonato: “È difficile comprendere l’importanza di una struttura simile, che permette di avere una rappresentazione geografica di specie affini e di tenere conto della variazioni specifica e di altre caratteristiche”.

La regione mediterranea ospita circa 25.000 specie di piante, di queste il 50% sono endemiche, ovvero non stanno al di fuori del bacino del Mediterraneo: ne deriva che la Sicilia, ospitandone 3.500, è uno dei luoghi più eccezionali del bacino.

L’essiccato, ovvero il reperto che dura nei secoli, che lo stesso Raimondo realizza con la pressa, permette di ritornare a studiare un caso anche a distanza di secoli; come è accaduto per un specie rintracciata sulle Madonie.

La botanica, considerata la Cenerentola delle scienze, è materia viva – continua Raimondo – che si rinnova e che porta sempre nuove conoscenze. Mi duole dire che si ha più consapevolezza della sua importanza al di fuori dell’Accademia che non all’interno”.

Tra i progetti in cantiere di Optima, infine, oltre alle due pubblicazioni scientifiche che da prassi si pubblicano ogni anno, anche una serie di nuove esplorazioni e ricerche.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Cosa porterei con me nel futuro? Di certo una penna,

In un epoca condizionata dall'uso della videoscrittura o dei messaggi sui social io mi tengo stretto la mia penna a sfera e per questo certo che quando i computer andranno in crac la penna continuerà a scrivere fin quando avrà inchiostro.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv