Francesco Raimondo: "La Botanica è scienza viva in continua evoluzione" | VIDEO Intervista :ilSicilia.it
Palermo

tra gli obiettivi la realizzazione di un erbario

Francesco Raimondo: “La Botanica è scienza viva in continua evoluzione” | VIDEO Intervista

di
21 Novembre 2019

Guarda la video intervista in alto

Francesco Maria Raimondo, fino a pochi anni fa ordinario di Botanica presso la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università degli Studi di Palermo, è stato riconfermato, per la terza volta, alla residenza dell’Optima (Organization for the Phyto-taxonomic Investigation in the Mediterranean Area).

Da sempre Raimondo è dedito alla ricerca e all’esplorazione di ogni angolo della Sicilia e non solo, come ci dice nella video intervista, per catalogare e “fissare nel tempo” il maggior numero di specie botaniche.

Questa attività, grazie anche al progredire scientifico, ha portato alla scoperta di nuove specie, mai catalogate, e condivise per la prima con il comparto scientifico internazionale.

L’obiettivo di questa raccolta – continua Raimondo nella video intervista – è creare, prima possibile, un erbario a Palermo o comunque in Sicilia, luogo eccezionale nel Mediterraneo. Qui si contano, infatti, migliaia e migliaia di famiglie, e sottospecie, botaniche che superano di gran lunga la media degli altri paesi del bacino.

L’organizzazione in dettaglio

Francesco Maria Raimondo

Optima, nella fattispecie, è una organizzazione internazionale di botanici che si prefigge l’esplorazione fito-geografica e fito-tassonomica sin dal 1974.

Al momento il progetto dell’erbario è accantonato: “È difficile comprendere l’importanza di una struttura simile, che permette di avere una rappresentazione geografica di specie affini e di tenere conto della variazioni specifica e di altre caratteristiche”.

La regione mediterranea ospita circa 25.000 specie di piante, di queste il 50% sono endemiche, ovvero non stanno al di fuori del bacino del Mediterraneo: ne deriva che la Sicilia, ospitandone 3.500, è uno dei luoghi più eccezionali del bacino.

L’essiccato, ovvero il reperto che dura nei secoli, che lo stesso Raimondo realizza con la pressa, permette di ritornare a studiare un caso anche a distanza di secoli; come è accaduto per un specie rintracciata sulle Madonie.

La botanica, considerata la Cenerentola delle scienze, è materia viva – continua Raimondo – che si rinnova e che porta sempre nuove conoscenze. Mi duole dire che si ha più consapevolezza della sua importanza al di fuori dell’Accademia che non all’interno”.

Tra i progetti in cantiere di Optima, infine, oltre alle due pubblicazioni scientifiche che da prassi si pubblicano ogni anno, anche una serie di nuove esplorazioni e ricerche.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.