Frane, al via dopo 40 anni i lavori a Montalbano Elicona. Musumeci: "Impegno con la comunità" :ilSicilia.it
Messina

L'annuncio

Frane, al via dopo 40 anni i lavori a Montalbano Elicona. Musumeci: “Impegno con la comunità”

di
6 Ottobre 2021

Un impegno preso con la comunità di Montalbano Elicona e che abbiamo onorato nel giro di poco tempo. È il nostro modo di governare e risultati come questo sono il frutto di un’intensa attività di programmazione. La valorizzazione, la riqualificazione e la messa in sicurezza dei nostri centri urbani sono attività per noi prioritarie“. Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, alla guida della Struttura contro il dissesto idrogeologico, commentando l’aggiudicazione della gara per il consolidamento della frazione di Santa Maria, nel Comune messinese, che spazza via il legittimo scetticismo di chi, dopo quarant’anni di lungaggini e di promesse, a questo intervento non credeva più.

Il primo progetto per stabilizzare questo versante, infatti, l’amministrazione comunale lo affidò nei primi anni Ottanta ma, in assenza di risorse finanziarie adeguate, non se ne fece più nulla, con tutti i disagi e i pericoli per i residenti di quella che è una delle contrade più popolate. Gli Uffici, diretti da Maurizio Croce, intanto, fanno sapere che tutte le procedure sono state espletate e che entro pochi giorni la Unicos srl di Santa Venerina – che ha vinto l’appalto grazie a un ribasso del 29,6 per cento e per un importo di oltre un milione di euro – potrà accendere i motori, avviando quelle misure che restituiranno in pochi mesi la piena fruibilità di questo luogo.

L’area in questione, che dista solo tre chilometri dalla cittadella medievale, incoronata come Borgo più bello d’Italia nel 2015 e meta di turisti in tutte le stagioni, presenta una situazione geomorfologica complessa, aggravata da una serie di alluvioni che nel recente passato hanno provocato frane e smottamenti del terreno, con danni alla rete di sottoservizi e lesioni ad abitazioni e infrastrutture.

L’opera prevede la realizzazione di un sistema di paratie con una profondità media di venti metri e vari accorgimenti per il drenaggio tra cui la collocazione di una tubazione in polietilene a doppia camera con fessurazioni per la captazione delle acque meteoriche.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.