Fratelli d'Italia, le nuove adesioni a Palermo nel partito di Giorgia Meloni :ilSicilia.it
Palermo

Passaggi registrati da diversi comuni

Fratelli d’Italia, le nuove adesioni a Palermo nel partito di Giorgia Meloni

di
9 Dicembre 2018

Consiglieri dei Comuni di alcuni comuni del Palermitano hanno aderito a Fratelli d’Italia. Si tratta dell’ex leghista Rosario Giammanco di Bagheria e di alcuni esponenti politici eletti in liste civiche: Mario Arcuri di Giuliana, Andrea Pepe di Bolognetta, Nino Di Giacinto di Casteldaccia e Matteo Cannella di Godrano , già sindaco e attuale capogruppo di FdI, con il quale passano anche i consiglieri Gaspare CaldarellaDomenica Morici Giuseppe Calì; alla lista si aggiungono anche Vito Giuliano di Partinico e il neo consigliere Gaetano Costa di Corleone.

L’ufficializzazione del passaggio è stata sancita durante una conferenza stampa alla quale hanno partecipato l’onorevole Carolina Varchi, il consigliere comunale e coordinatore del partito a Palermo Mimmo Russo, Giampiero Cannella e Raoul Russo, rispettivamente segretario regionale e provinciale e il responsabile organizzativo provinciale Giuseppe Di Blasicarolina varchi.

Il progetto sovranista di Fratelli d’Italia – spiega la deputata Carolina Varchicontinua a registrare un forte incremento in termini di attenzione, partecipazione e adesione: domani daremo il benvenuto ai nuovi ingressi, che di certo contribuiranno a radicare e rafforzare ulteriormente il partito a livello territoriale”.

Al progetto politico di Giorgia Meloni hanno detto sì anche diversi esponenti dell’associazionismo.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.