Frutta martorana, ecco le pasticcerie palermitane più gettonate :ilSicilia.it
Palermo

Alla ricerca dei sapori della tradizione

Frutta martorana, ecco le pasticcerie palermitane più gettonate

di
28 Ottobre 2017

PALERMO – Con i suoi colori sgargianti, simbolo per eccellenza della tradizione, dal sapore dolce ed inconfondibile, la frutta martorana, con l’avvicinarsi della Festa dei morti, rende ancora più belle ed invitanti le vetrine delle pasticcerie palermitane.

La storia dei caratteristici dolci dei defunti, a base di mandorle e zucchero, è assai antica e risale alla fondazione del monastero della Martorana, ad opera di Eloisa e Goffredo Martorana, databile intorno al 1194, vicino la chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio. 

La tradizione narra che nel giorno della festa di Ognissanti, le monache del monastero della Martorana, per accogliere il vescovo o il re in visita al chiostro, di fronte agli alberi spogli, a causa dell’autunno, decisero di ornare il giardino con dei deliziosi dolcetti dai colori accesi  a forma di mandarini e limoni, realizzati con un impasto di mandorle. All’episodio si fa, dunque, risalire sia l’origine della frutta martorana, sia il nome, talvolta ricorrente, di “pasta reale”.

Un dolce a cui è impossibile rinunciare, da mangiare assaporando un buon caffè o – perché no? – sorseggiando un tè caldo. La frutta martorana, inoltre, è particolarmente apprezzata dai bambini, che la ricevono come dono dai defunti, in occasione della festa dei morti, insieme ai giocattoli e ad altre innumerevoli prelibatezze.

Antica Pasticceria Don Gino – Bagheria (foto Fb)

In genere è uno dei dolci abbastanza semplici da realizzare: gli amanti della cucina e della creatività non esitano, vuoi per passione, vuoi per tradizione, a farsela in casa. Ma i restanti? Impossibile che i palati più golosi possano fare a meno di questa bontà.

Ecco perché, consultando le recensioni e i giudizi degli utenti della rete, sia su Tripadvisor (con votazione dal 4 al 5) sia su pagine e gruppi Facebook, abbiamo fatto una selezione delle migliori pasticcerie di Palermo, dove con l’avvicinarsi dei primi di novembre, si può acquistare la tradizionale frutta martorana, trionfo della sicilianità. Ne abbiamo individuate otto.

Chiaramente si tratta di una selezione flessibile, che segue i gusti e le esperienze personali dei consumatori, rilevate sulla base di pareri riferiti esclusivamente alla frutta martorana. Ci scusiamo quindi in anticipo se alcune attività non sono state citate e invitiamo i lettori a farci sapere le proprie preferenze.

Bar Sampolo (foto Fb)

Tra le pasticcerie più gettonate, si possono annoverare la Pasticceria Cappello in via Colonna Rotta 68, seguita dalla Pasticceria Oscar in via Mariano Migliaccio 39 e il Bar Rosanero, sia in via XX Settembre sia nei pressi della piazzetta Porta Reale. La triade conferma la formula “bello da vedere buono da mangiare”.

Pasticceria Scimone (foto Fb)

L’autentico e tradizionale sapore della frutta martorana si può poi ritrovare nella Pasticceria  Sampolo, in via Sampolo 242/246 e nella Pasticceria Scimone in via Vincenzo Miceli 18/b.

Ai due si aggiungono l’Antico Caffè Spinnato in via Principe di Belmonte 107 e La Cubana in via Pitrè 141.

Per concludere, a pochi chilometri dal capoluogo, a Bagheria la “città delle ville“, è molto apprezzata la “pasta reale” dell’Antica Pasticceria Don Gino in via dante 66.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.