"Furbetti" della tassa di soggiorno: la Giunta di Messina avvia indagini con il Suap :ilSicilia.it
Messina

caccia agli evasori del balzello turistico

“Furbetti” della tassa di soggiorno: la Giunta di Messina avvia indagini con il Suap

di
21 Gennaio 2019

Il Comune di Messina prova a stringere il cerchio sull’abusivismo riguardante il mancato pagamento della tassa di soggiorno. A Messina dovrebbe aggirarsi, infatti, intorno ai 258.000 euro la stima del fatturato della quota che i turisti lasciano in città per le notti trascorse nelle strutture ricettive, e che viene aggiunta al conto dell’albergo o del b&b. Si tratta di una cifra che va dai 50 centesimi degli affittacamere ai 2,50 euro degli alberghi di lusso e che serve per alimentare un fondo per la valorizzazione, la promozione e, a Messina in particolar modo, la realizzazione stessa delle manifestazioni.

Ma nel 2017 la cifra si era attestata attorno ai 200 mila euro con un +32% rispetto all’anno precedente. Se le cifre saranno confermate, per le risultanze del recente anno 2018, ci dovrebbe essere un 25% di crescita che però non è ancora abbastanza per il Comune. Infatti, gli uffici di Palazzo Zanca, ma anche altri osservatori specializzati, ritengono che ci possano essere diverse strutture fantasma in città e intendono effettuare dei controlli mirati per “stanare” gli eventuali abusivi. Si punta, nello specifico, a fare luce per quanto concerne il gettito della tassa di soggiorno che non sarebbe proporzionale alla reale ricettività operativa sul territorio di Messina. Per questo motivo, l’assessore al turismo Dafne Musolino, ha dato mandato al Suap (Sportello Unico Attività Produttive) di effettuare delle indagini specifiche su quante siano le strutture ricettive reali cittadine sul mercato.

L’iniziativa della Giunta sulla tassa di soggiorno si inserisce nel più vasto ambito di una “caccia agli evasori” che l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Cateno De Luca intende intensificare nel Comune di Messina per il mancato pagamento dei tributi. Allo stato attuale si riscontra, stando proprio a quanto asserito dal primo cittadino, “una evasione media di circa il 50% su tutti i tributi e servizi a richiesta individuale”. La tassa di soggiorno sarebbe un ulteriore fronte sul quale sarebbero operative sul territorio alcune attività, soprattutto nel settore dell’extra-alberghiero, che opererebbero senza versare al forziere di Palazzo Zanca il balzello dell’imposta turistica.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Outlander e i viaggi nel tempo

Anche questa volta lo spunto per scegliere l argomento del nuovo articolo me lo ha dato una serie che sto seguendo in questo periodo con interesse crescente  : "Outlander". Sei  stagioni tutte presenti su Sky,  una serie di cui avevo sentito parlare e che più volte mi era stata

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.