G20 Spiagge, il sindaco di Taormina: "Situazione grave, decisioni non più rinviabili" :ilSicilia.it
Messina

monito di Bolognari

G20 Spiagge, il sindaco di Taormina: “Situazione grave, decisioni non più rinviabili”

di
10 Agosto 2022

“La campagna elettorale, se per un verso blocca l’attività legislativa del Parlamento, per l’altro consente un chiaro confronto tra i diversi schieramenti sulle questioni che abbiamo posto. Riconoscimento dello status di località turistiche balneari, la questione sicurezza e il problema sanità sono tre obiettivi irrinunciabili per noi”. Lo sostiene il sindaco di Taormina, Mario Bolognari, in qualità di componente della cabina di regia del G20Spiagge, l’associazione che raggruppa le principali località balneari italiane.

Le elezioni anticipate non hanno di certo modificato le difficoltà strutturali del sistema balneare italiano: nel corso dell’ultima cabina di regia del G20Spiagge, i sindaci hanno ribadito la necessità di mantenere elevata la pressione su tutte le forze politiche affinché il nuovo governo, che uscirà dal voto del 25 settembre, possa celermente adottare i provvedimenti necessari. “Al Sud e in Sicilia in particolare dobbiamo alzare la voce perché siamo di fronte a decisioni non più rinviabili. Lo dico anche rispetto alla vicenda regionale che ci consegna una situazione gravissima”, evidenzia il primo cittadino di Taormina, Bolognari.

Sono almeno tre le questioni che i sindaci del G20Spiagge pongono all’attenzione dei partiti: la prima si riferisce alla proposta di legiferare lo Status di Città Balneare, un riconoscimento giuridico che attesti la condizione unica e problematica delle località turistiche e che consenta loro l’utilizzo di strumenti normativi all’altezza del settore turistico più importante del Paese.

Un altro tema che in questi giorni è salito alla ribalta della cronaca è quello della sicurezza. In alcune località la difficoltà di mantenere l’ordine pubblico nei canoni accettabili del periodo estivo si scontra con una insufficienza strutturale degli organici delle forze dell’ordine. A Taormina, ad esempio, sono rimasti soltanto 4 vigili urbani disponibili nell’organico della Polizia locale e l’ente al momento è impossibilitato ad effettuare nuove assunzioni, trovandosi dal luglio del 2021 in dissesto finanziario.

L’ultimo punto riguarda la sanità: in questo caso il problema è ancora più complesso perché le stagioni Covid, per quanto la situazione oggi sembri sufficientemente governata, hanno lasciato una serie di comportamenti precisi: precauzioni da prendere e da pretendere, una insicurezza di fondo da parte delle persone più in difficoltà (indipendentemente dall’essere un residente della località turistica o un ospite) e la necessità di contare su strutture sanitarie all’altezza e diffuse sul territorio turistico.

In questo quadro, le amministrazioni comunali del G20Spiagge vogliono fissare con i partiti dei paletti ben definiti: “Il nostro impegno di sindaci presso tutte le forze politiche sarà preciso – spiega Roberta Nesto, Coordinatrice del G20Spiagge e sindaco di Cavallino Treporti – siamo una associazione trasversale, portiamo il contributo di tutti e con tutti parliamo: desideriamo che il prossimo parlamento finalmente legiferi una legge che aspettiamo da troppo tempo. Questa sarà la volta buona perché è nostra intenzione non lasciare nulla di intentato e a questo proposito, stiamo costruendo un primo appuntamento ad ottobre per confrontarci, riprendendo il percorso già iniziato, con tutte le forze politiche che saranno presenti in Parlamento. Non molliamo”.

Del G20Spiagge fanno parte i Comuni di Alghero, Arzachena, Bellaria Igea Marina, Bibbona, Caorle, Castiglione della Pescaia, Cattolica, Cavallino Treporti, Cervia, Cesenatico, Chioggia, Comacchio, Forio, Grado, Grosseto, Ischia, Jesolo, Lignano Sabbiadoro, Orbetello, Riccione, Rosolina, San Michele al Tagliamento, San Vincenzo, Sorrento, Taormina, Viareggio, Vieste. Da soli attraggono 70 milioni di presenze turistiche, il 16% delle presenze turistiche italiane.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv