G7, il commissario Carpino fissa la data per la conclusione dei lavori [Video] :ilSicilia.it

G7, il commissario Carpino fissa la data per la conclusione dei lavori [Video]

di
28 Aprile 2017
Ad un mese ormai dal G7, il Commissario straordinario Riccardo Carpino ha dato l’annuncio sul termine dei lavori al Palacongressi dopo che nelle scorse ore aveva effettuato un sopralluogo al Teatro Antico.  “Il 15 maggio sarà la giornata finale in cui si concluderanno i cantieri per il Palacongressi, per le due elipiste e per la Villa comunale”.  Carpino, dopo il sopralluogo, si è quindi recato al Palazzo dei Congressi, dove si è intrattenuto a confronto con i vertici dell’Aeronautica Militare, impegnati insieme ai Vigili del Fuoco nella sistemazione della struttura.

“Le indicazioni che ho tratto dai lavori in atto al Palacongressi sono certamente positive”, ha detto Carpino. Si sta intervenendo intanto per garantire la fruibilità provvisoria del palazzo per il G7, anche se il sindaco Eligio Giardina ha chiesto alla Sottosegretaria Maria Elena Boschi il via libera del Governo ad una prosecuzione delle opere anche dopo il summit dei sette grandi per rendere agibile l’edificio in via definitiva: “La decisione spetterà al Governo. Sul Palacongressi io posso solo contribuire se occorre a risolvere questo problema che risale a parecchi anni fa. Non è la mia la scommessa ma posso dire che non mi dispiacerebbe che si possa risolvere il problema. Stiamo lavorando intanto per il G7 e ci auguriamo tutti che possa poi esserci una svolta magari definitiva”.

Carpino si è poi soffermato sugli altri cantieri: “Le due elipiste sono entrambe abbastanza avanti, prossime ad essere completate. Lungo la strada di accesso ad una delle due piste (quella di contrada Piano Porto) c’era una frana che stiamo rimuovendo. Per quanto riguarda le strade, invece, ho fatto il punto con i tecnici e anche qui siamo sul punto ormai di finire. Ci sono stati molti imprevisti e complicazioni nel corso delle opere effettuate nelle varie arterie ma entro la prossima settimana, se tutto andrà bene, si dovrebbe ultimare il piano di bitumazione ed asfaltatura. Per i vari cantieri, in generale, ci sono state delle difficoltà che abbiamo affrontato e superato sin da quando mi sono insediato il 5 gennaio ma siamo ormai a buon punto”.

Infine i lavori alla Villa comunale, dove andrà rimossa in tempi record la frana di oltre 20 metri di belvedere e dove ieri è stato avviato il cantiere: “Sulla frana alla Villa comunale c’era un problema abbastanza complicato ma adesso stiamo procedendo alla rimozione della frana”. E in settimana entrante scatteranno i lavori che, nell’arco di pochi giorni porteranno alla collocazione di un tappetino (a quanto pare di color miele) lungo il manto della Via Teatro Greco: “Ci siamo incontrati con il sindaco Giardina ed il Soprintendente Micali e c’erano anche i progettisti dell’Università di Messina per vedere le opportunità e vari i provini che sono all’opera. Ci siamo aggiornati a sabato per delle questione tecniche ed in quella circostanza andremo a decidere quale sarà il provino e spero che entro la prossima settimana tutto si possa concludere”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin