19 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 22.34
Messina

"Sappiamo che ci sono stati dei ritardi ma ora bisogna guardare avanti"

G7, il sottosegretario Boschi a Taormina per i sopralluoghi

22 Aprile 2017

“I lavori nei cantieri procedono in modo spedito e si avviano al traguardo, faremo in tempo per il G7. Le elipiste sono quasi pronte, al Palacongressi si sta lavorando e così anche per le strade. Dalla prossima settimana verrà avviato l’ultimo cantiere che manca, quello per rimuovere la frana alla Villa comunale“. Così il Sottosegretario alla presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi, ha fatto il punto nella mattinata di sabato a Taormina sul G7 nel corso di una nuova visita che ha fatto seguito alla precedente dello scorso 24 febbraio. Il blitz odierno è servito per fare il punto sulle attività di preparazione del vertice dei sette grandi del pianeta, che raggiungeranno la Sicilia per le date del 26 e 27 maggio.

I sopralluoghi di stamattina hanno riguardato le strade, le elipiste, il Palacongressi ed il Teatro Antico. Secondo il Sottosegretario “Taormina non tradirà le attese ed il vertice mondiale potrà svolgersi nel migliore dei modi, in un luogo che mostrerà tutta la sua bellezza”. “Sappiamo che ci sono stati dei ritardi – ha detto la Boschi – ma ora bisogna guardare avanti e pensare che siamo ad un mese dal grande evento e i cantieri sono quasi tutti vicinissimi alla conclusione. Le due elipiste sono praticamente agli ultimi dettagli, si tratta di effettuare qualche rifinitura. Al Palacongressi si stanno eseguendo dei lavori che consentiranno l’utilizzo della struttura durante il G7 e per quanto riguarda i lavori alle strade entro fine mese si concluderanno tutti gli interventi”.

La Boschi si è detta soddisfatta, in particolare, di come stanno procedendo le cose al Teatro Antico, dove si stanno realizzando una serie di attività finalizzate alla messa in sicurezza e la riqualificazione del sito archeologico: “E’ un luogo splendido, sarà un vero spettacolo la sera del 26 maggio per il concerto dell’Orchestra del Teatro della Scala di Milano”.

Il rebus rimane quello della Villa comunale, dove ancora i lavori non sono iniziati e dove il Sottosegretario vorrebbe far svolgere un cocktail delle first ladies del G7: “Il cantiere verrà avviato la prossima settimana, anche se proprio sul filo di lana ma ce la faremo a realizzare anche questi interventi. Sono fiduciosa, e dico che complessivamente si può essere soddisfatti di quanto è stato fatto in così poco tempo”.

Insieme alla Boschi nei sopralluoghi c’erano anche il Prefetto di Messina, Francesca Ferrandino, il Questore Giuseppe Cucchiara, il commissario straordinario, Riccardo Carpino, ed il capo-delegazione italiana per il G7, Alessandro Modiano.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Cos’è il matrimonio?

Nel matrimonio è assolutamente sbagliato restare insieme a tutti i costi. Le liti possono essere campanelli di allarme prima del disastro e delle tragedie conseguenti a separazioni dettate dall’odio e dalla frustrazione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Lavori “like”

Sono sempre affascinato dalle discussioni che nascono quando il tema riguarda la trasformazione della propria città. Molto spesso si cade nella trappola di far diventare politica tutto quanto accade attorno a noi
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.