G7, rischi all'annunciato corteo dei no-global, Currenti scrive al Capo dello Stato | ilSicilia.it :ilSicilia.it

la manifestazione sarà a Giardini Naxos

G7, rischi all’annunciato corteo dei no-global, Currenti scrive al Capo dello Stato

14 Maggio 2017

“Ho ritenuto necessario scrivere una lettera al  Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio al Ministro dell’interno, al Questore di Messina e al signor Prefetto di Messina al fine di sensibilizzare e concentrare l’attenzione di tutti in merito alla manifestazione degli antagonisti, in programma in città in contemporanea con il G7 di Taormina in data 27 maggio nel territorio di Giardini Naxos”.

A parlare così è il parlamentare regionale Carmelo Currenti che ha scritto una lettera al Capo dello Stato, Mattarella e alle altre autorità per sollevare i rischi in vista del corteo no-global di Giardini Naxos. Lettera che segue la presentazione di un’interrogazione parlamentare all’Assemblea Regionale Siciliana proprio sul medesimo argomento.

Secondo Currenti, il tema della sicurezza oltre dovrebbe essere una priorità nell’agenda politica e certamente lo è per l’attuale governo: “Ritengo rilevante, in questo contesto, che il Decreto Minniti, approvato in prima lettura alla Camera, riconosca nella sicurezza urbana un bene pubblico che afferisce alla vivibilità ed al decoro delle città”.

Inoltre il deputato regionale ringrazia le donne e gli uomini della Polizia di Stato che, con il loro costante e fondamentale impegno, confermano e anzi rafforzano i valori della legalità e della giustizia nel nostro territorio e proprio per questo chiede attenzione riguardo la manifestazione degli antagonisti al summit del G7.

Il percorso previsto per la manifestazione, si dovrebbe snodare lungo vie strategiche, quale il lungomare di Girdini Naxos, e non può non essere considerato che in quell’area ci sono bar e ristoranti che si vedranno costretti a smontare gazebo e tavolini sistemati all’aperto con conseguenti danni economici oltre agli eventuali rischi derivanti dal forte timore, infatti, che frange estremiste possano infiltrarsi tra i manifestanti pacifici, provocando scontri con le forze dell’ordine e disordini, anche importanti.

Currenti chiede infine alle massime istituzioni dello Stato che “nella gestione dei servizi a supporto del buon funzionamento dell’importantissimo forum si medi, in modo ottimale, tra interessi politico-strategici, di sicurezza, di ordine pubblico ed economici di tutti i territori interessati, magari individuando un percorso alternativo al corteo della manifestazione di contestazione del G7”.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.