19 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 12.37
Messina

Il secondo ordine avrà lo scopo di rafforzare le regole antidumping e la loro applicazione

G7 Taormina, anche la Sicilia dovrà far sentire la sua voce contro le barriere doganali di Trump

31 Marzo 2017

Al G7 di Taormina si dovrà parlare anche di commercio. Anche la Sicilia ha il suo legittimo interesse ad aprire questo dossier. Perché c’è da difendere un bel gruzzoletto racimolato dalle imprese siciliane negli States. I dati parlano di oltre mezzo miliardo di euro di export verso gli Stati Uniti. Con prodotti di eccellenza che vanno tutelati, primo tra tutti il vino, con le testate specializzate a stelle e strisce che da anni ormai tessono le lodi dei “winemaker” nostrani.
Le idee sono ancora molto nebulose. Di sicuro è che il presidente americano Donald Trump sta per firmare due ordini esecutivi sul commercio. Il primo punta ad avvierà un’ampia revisione del deficit commerciale Usa, per identificare eventuali forme di “abusi commerciali” che hanno contribuito a creare tale deficit.

Il secondo ordine avrà lo scopo di rafforzare le regole antidumping e la loro applicazione, “per impedire che le aziende straniere facciano concorrenza sleale a quelle americane”. Per tutti gli osservatori internazionali questi due documenti hanno un target preciso: l’incontro tra Trump e il presidente cinese Xi, ospite alla Casa Bianca il prossimo 6 aprile. Ma le revisione, secondo quanto spiegano i funzionari del Dipartimento del commercio statunitense, esaminerà i rapporti degli Usa con ogni Paese. Si tratta di una misura che “dimostrerà l’intenzione dell’amministrazione Trump di non fare nulla a caso, ma di adottare un approccio molto misurato e analitico”.

Termini molto generici che hanno messo in preallarme le cancellerie di tutto il mondo. E così l’appello a una politica del commercio meno severa da parte degli Stati Uniti è arrivato – proprio in chiave G7 Taormina – dal premier italiano Paolo Gentiloni. Per il capo del governo, proprio il meeting siciliano dovrà rinnovare la fiducia in una società ed economia aperte, sul libero mercato non devono esserci ambiguità. Nel mirino dei dazi del 100% Usa diversi prodotti europei, tra cui anche la Vespa. Ma non è escluso che la nuova barriera doganale di Trump possa colpire anche quel piccolo grande tesoro rappresentato dalle produzioni siciliane.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Rimembranze in un caldo giorno di luglio

Quando in giornate come queste si perdono o si commemorano personaggi di grande spessore personalmente non mi sento solo per la loro assenza, ma mi sento solo per la mancanza all’orizzonte di personaggi con potenzialità tali da eguagliarne lo spessore.
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.