GAL Valle del Belìce, Venuti eletto presidente: "Voglia di riscatto, la Regione acceleri sui bandi" :ilSicilia.it
Trapani

Centri storici, turismo, sviluppo agricolo e commercializzazione dei prodotti tipici

GAL Valle del Belìce, Venuti eletto presidente: “Voglia di riscatto, la Regione acceleri sui bandi”

di
28 Luglio 2018

SALEMI (TRAPANI) – Il sindaco di Salemi, Domenico Venuti, è il nuovo presidente del Gal Valle del Belìce. Lo ha deciso il Consiglio d’amministrazione del Gal, che ha anche individuato il vicepresidente: si tratta di Massimo Todaro, che guida il consorzio per la tutela del formaggio ‘Vastedda‘ della valle del Belìce. Fa il suo ingresso nel Cda del Gal anche Marilena Mauceri, neo sindaco del Comune di Menfi.

Il Gruppo di azione locale Valle del Belìce, istituito nel 2016 e riconosciuto ufficialmente dalla Regione Siciliana, mette insieme in partenariato 12 comuni della Valle del Belìce (Salemi, Gibellina, Santa Ninfa, Partanna, Salaparuta, Poggioreale, Menfi, Montevago, Sambuca di Sicilia, Santa Margherita di Belìce, Caltabellotta e Contessa Entellina) e soggetti privati che puntano allo sviluppo e al futuro di un territorio accomunato dall’esperienza del terremoto del 1968, ma che vuole mettersi alle spalle quel tragico evento uscendo dalla logica delle mere rivendicazioni.

GAL Valle del BelìceCentri storici, turismo, sviluppo agricolo e commercializzazione dei prodotti tipici sono alcuni dei punti che accomunano gli attori del Gal, i quali intendono dare omogeneità alle iniziative di sviluppo con una programmazione adatta alle esigenze di un vasto territorio che accomuna le province di Palermo, Trapani e Agrigento. Su questi elementi punta anche Salemi: la città si affaccia sulla val di Mazara ma condivide con gli altri comuni del Belìce non soltanto il ricordo del 1968 ma anche la voglia di puntare sulle eccellenze del territorio e sulla valorizzazione del proprio patrimonio storico e culturale.

“Ringrazio i componenti del Cda e tutti gli animatori del Gal per la fiducia – afferma Venuti –. Il Gal Valle del Belìce è stata una brillante intuizione perchè rappresenta al meglio la voglia di riscatto di una vasta porzione di territorio siciliano. Ci sono idee e tanta voglia di guardare al futuro – aggiunge il sindaco di Salemi – ma adesso la palla passa alla Regione a cui spetta il compito di dare il via alle misure che garantiscano operatività ai progetti dei Gal. Auspico che gli assessorati competenti accelerino sui bandi – conclude Venuti – mettendo a disposizione delle imprese e degli enti pubblici risorse che possono rappresentare un valido sostegno allo sviluppo del territorio”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin