Gargano (Uilca Sicilia): "Ancora sacrifici per i lavoratori della Sant'Angelo" :ilSicilia.it

Parla il segretario regionale del sindacato

Gargano (Uilca Sicilia): “Ancora sacrifici per i lavoratori della Sant’Angelo”

29 Settembre 2019

L’Azienda, attraverso un percorso difficile, aveva avviato già nel mese di gennaio 2019 una  trattativa con le Organizzazioni Sindacali attivando gli strumenti previsti dal Contratto Collettivo Nazionale di Categoria al fine di giungere a nuovi risparmi sul costo del personale.

Nel mese di luglio 2019 l’Azienda ha contrattato uscite di lavoratori tramite il Fondo di Solidarietà di categoria per l’accompagnamento alla pensione, giornate di solidarietà (non lavorate e non pagate), l’abbattimento del valore del buono pasto, la riduzione degli importi erogati in caso di missione ed una serie di trattamenti penalizzanti.

In modo del tutto inatteso, in un nuovo comunicato stampa della Sant’Angelo in data 1 agosto 2019, la Banca ha dichiarato che nel primo semestre 2019 per la BPSA “l’utile netto è tornato in segno positivo”, si legge in una nota della Uilca Sicilia.

Secondo Giuseppe Gargano, Segretario Generale Uilca Sicilia: “Qualcosa non quadra, da un lato si chiedono sacrifici al personale, e dall’altro si comunica il dato rassicurante di una banca che fa utili. Il nostro auspicio è che le banche regionali siano in salute, ed auguriamo alla BPSA di festeggiare un centenario – atteso per il 2020 – di grande successo. Al tempo stesso, manifestiamo perplessità sulla Banca Popolare Sant’Angelo, alla luce delle contraddizioni rilevate”.

Ancora Gargano: “Chiediamo con forza che la banca convochi i sindacati per rivedere o revocare i sacrifici precedentemente richiesti perché i comportamenti e le dichiarazioni della BPSA – letti tutti insieme – non sembrano affatto coerenti, soprattutto se consideriamo che gli assessment commissionati a società esterne, molto onerosi, li decide il Top Management; così come l’assunzione di Dirigenti da altre banche; senza considerare l’assenza di trasparenza sulle promozioni al personale, mai comunicate alle OO.SS. e pur richieste più volte”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.