20 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.44
Catania

il j'accuse di Fabio Cantarella (LEGA)

Gay Pride Catania: “Inaccettabile che drag queen leggano fiabe ai bambini”

2 Luglio 2019

“Conosco eccellenti programmi didattici sull’educazione alle differenze ma non ho mai visto drag queen leggere fiabe a bambini. Francamente mi sembra che questa volta gli organizzatori del Pride etneo abbiano esagerato. Lo afferma Fabio Cantarella, assessore alla sicurezza del Comune di Catania e responsabile enti locali della Lega in Sicilia commentando l’iniziativa per bambini tenutasi nella sede della Cgil nel contesto del Pride catanese.

Fabio Cantarella
Fabio Cantarella

“Sono fermamente convinto – continua Cantarella –  che i bambini debbano essere lasciati liberi dai condizionamenti ideologici e soprattutto che debbano essere educati dai genitori e da chi ha le professionalità adeguate e riconosciute. Iniziative come il cosiddetto ‘baby Pride’ mi sembrano iniziative totalmente inopportune”. 

“Giù le mani dai bambini! Solleciterò i parlamentari della Lega a prendere iniziative adeguate per proteggere i nostri bambini da questo tipo di avventurismi educativi”, conclude il responsabile del Carroccio in Sicilia.

 

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.