18 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 10.31
Caltanissetta

Il fatto è accaduto martedì

Gela: accoltella coetanea, si costituisce 17enne

6 Dicembre 2018

Si è costituita la 17enne di Gela, nel Nisseno, che martedì ha accoltellato una coetanea al culmine di una lite. Accompagnata dal proprio avvocato Giusy Ialazzo, la ragazza si è presentata ai carabinieri.

Domani la minorenne verrà sentita dal giudice per le indagini preliminari di Caltanissetta, città dove attualmente si trova ospitata in una comunità. La ragazza è accusata di tentato omicidio. Alla base dell’aggressione ci sarebbero motivi passionali, gelosie, e che avrebbero amplificato mai sopiti rancori tanto da spingerla a ferire gravemente la coetanea, collega in un corso di formazione.

La violenta aggressione si è verificata proprio all’esterno della sede del corso di formazione, una scuola per estetisti di via Battesimo. Intanto la scena e’ stata ripresa da delle telecamere di videosorveglianza. Le immagini hanno catturato le fasi dell’aggressione: prima la rissa, poi la ragazza estrae un coltello a serramanico affondando la lama nell’addome della vittima. Prima di darsi alla fuga l’ultimo sfregio, con il contenuto della borsa della rivale che viene letteralmente svuotata. La giovane, immediatamente soccorsa è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico che le ha salvato la vita. La ragazza, nonostante la prognosi non sia stata ancora sciolta, non è in pericolo di vita.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Prendiamo consapevolezza

Un consiglio da affidare alle suppliche a Santa Rosalia: mettiamo da parte gli slogan, i “nemici da cuntintizza”, gli specchietti per le allodole, prendiamo consapevolezza per una volta che siamo nella merda. Lavoriamo per coprire il gap che ci separa dalle grandi città e un domani sarà tutto consequenziale, anche il pallone.
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.