Gela, rissa con sparatoria: rinviati a giudizio in dieci :ilSicilia.it
Caltanissetta

La decisione

Gela, rissa con sparatoria: rinviati a giudizio in dieci

di
29 Marzo 2021

La Procura di Gela ha chiuso le indagini preliminari e chiesto il rinvio a giudizio per dieci persone che nella notte dell’8 ottobre scorso si sarebbero rese protagoniste di una rissa finita a colpi di pistola all’interno di una stazione di servizio della città. L’episodio sarebbe stato innescato da un’accesa lite fra un gruppo di gelesi ed un gruppo di licatesi per delle “avances” che un giovane di Licata, Salvatore Giuseppe Cavaleri, avrebbe rivolto ad una ragazza. La situazione sarebbe ben presto degenerata culminando in un un violento scontro tra le due fazioni.

Neanche l’intervento delle forze dell’ordine era inizialmente riuscito a sedare i tafferugli tanto che era stato necessario l’intervento di altre pattuglie di Carabinieri e Polizia. Una volta sedata la rissa Paolo Quinto Di Giacomo, nonostante la presenza delle forze dell’ordine, dei sanitari del 118 si era avvicinato a Cavaleri sparandogli numerosi colpi a brevissima distanza, con una pistola munita di silenziatore, ferendolo gravemente insieme ad un infermiere che era intervenuto. Uno dei carabinieri è riuscito a disarmare il giovane impedendo che potesse uccidere il rivale.

Paolo Quinto Di Giacomo è accusato di tentato omicidio, mentre gli altri sono indagati per rissa e lesioni personali. A Salvatore Giuseppe Cavaleri viene contestato anche il reato di resistenza a pubblico ufficiale.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro