Gela, sindaco citato in giudizio per falso dal candidato concorrente :ilSicilia.it
Caltanissetta

Giuseppe Spata contro Cristoforo "Lucio" Greco

Gela, sindaco citato in giudizio per falso dal candidato concorrente

di
29 Gennaio 2020

Dopo un esposto in procura su presunti illeciti elettorali, l’ex candidato a sindaco del centrodestra a Gela, Giuseppe Spata, lista “Noi con

Giuseppe Spata

Salvini”, ha citato oggi in giudizio davanti al tribunale civile, per falso, il sindaco in carica, Cristoforo “Lucio” Greco, gli assessori e tutti i consiglieri dell’attuale maggioranza, con Pd e Forza Italia, eletti alle comunali dello scorso 28 aprile. Spata ritiene che a loro carico esistano “serie responsabilità sulle presunte irregolarità che sarebbero state commesse nella presentazione di 4 delle cinque liste che sostenevano Greco”.

La citazione avviene alla vigilia della seduta del Tar Sicilia di Palermo, chiamato a pronunciarsi, domani, sul ricorso di Spata e del centrodestra che chiedono l’annullamento della proclamazione dell’attuale sindaco (Spata ha anche presentato un esposto in procura). Con la denuncia per falso, Spata tenta di ottenere “l’accertamento giudiziale della falsità dell’atto separato di dichiarazione di presentazione di candidato” a sindaco e a consigliere comunale che, a suo avviso, sarebbe avvenuto materialmente facendo apporre le firme dei sottoscrittori delle liste su fogli volanti e non attaccati ai fogli riportanti liste e simboli.

In conseguenza di ciò, Spata vorrebbe o la ripetizione del ballottaggio (ma con l’altro candidato “civico” più suffragato dopo di lui, cioè l’imprenditore Maurizio Melfa) o la propria proclamazione diretta e l’assegnazione del premio di maggioranza alle sue liste se (una volta escluse le liste di Greco) dovesse risultare con più del 40% dei voti. Ma secondo alcuni esperti il Tar potrebbe anche decidere la ripetizione in toto delle elezioni comunali a Gela.

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.