Gelarda (Lega): "Ztl, iI Comune diffonda i dati sull'inquinamento a Palermo" :ilSicilia.it

In risposta all'assessore Catania

Gelarda (Lega): “Ztl, iI Comune diffonda i dati sull’inquinamento a Palermo”

di
12 Gennaio 2020

L’assessore Giusto Catania in un suo post Facebook dichiara che la ZTL, anche quella notturna, sia un contributo alle politiche ambientali.

In linea teorica tutto ciò potrebbe essere vero, ma non a Palermo, o per lo meno qui non si può effettuare nessuna verifica – così dichiara il capogruppo della Lega Igor Gelarda – infatti da almeno un anno e mezzo sono stati richiesti i dati delle centraline che rilevano l’inquinamento attorno alla zona oggetto di provvedimento della ZTL e non sono state mai fornite. Sconosciamo cioè dati di flussi ed emissioni, più volte chiesti e sollecitati, che sono dunque avvolti nel mistero”.

Il capogruppo della Lega non si è fermato ed ha chiesto : “Il comune non fa più rilievi o semplicemente l’inquinamento non è migliorato e quindi è meglio tenere i risultati nascosti? Perché l’assessore Catania non fa, piuttosto, un bel post su Facebook in cui pubblica i dati delle centraline che rilevano l’inquinamento a Palermo? Saremo i primi a condividerlo. E poi, ci chiediamo ancora, creare una Bolgia di traffico tutto intorno alla Ztl, non significa forse aumentare l’inquinamento nel resto della città?” 

Igor Gelarda ha proseguito facendo diversi esempi riguardanti le condizioni della città come ad esempioGuardate cosa succede adesso in via Oreto, con un traffico completamente bloccato per la chiusura del Ponte Bailey – ed ha concluso sostenendo che – Questa Non solo è pura propaganda da parte dell’assessore Catania, ma credo anche che sia una mancanza di rispetto nei confronti dei palermitani, molti dei quali si sentono presi in giro da atteggiamenti e post di questo genere. Una ZTL seria e con i servizi, primo tra tutti navette, piano autobus e piano parcheggi, che non uccida la città è quello che la Lega vuole, ma non è quella che è stata realizzata da questa amministrazione“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin