Geraci Siculo candidato a Borgo dei Borghi, Torre: "Paesaggio di rara bellezza" :ilSicilia.it
Palermo

la nota

Geraci Siculo candidato a Borgo dei Borghi, Torre: “Paesaggio di rara bellezza”

di
16 Marzo 2021

C’è tempo fino alle 23.59 di domenica prossima per votare il comune di Geraci Siculo, sulle Madonie, in provincia di Palermo, unico candidato siciliano alla finale della trasmissione “Il Borgo dei Borghi 2020”, il concorso ideato dalla trasmissione Rai “Alle Falde del Kilimangiaro”, condotto da Camila Raznovich. La finale è in programma domenica 4 aprile, in prima serata su Raitre, con l’elezione del più bel borgo d’Italia di questa edizione.

Il comune di Geraci Siculo si trova in un territorio molto particolare, che ricade nel Geopark delle Madonie, patrimonio Unesco dal 2015, e rappresenta un areale peculiare della Sicilia centro-settentrionale che insiste nell’area protetta del Parco, in cui è possibile riscontrare un’alta geo-diversità. “Il Geopark madonita – spiega il geologo Fabio Torre – offre riscontri oggettivi attraverso gli affioramenti rocciosi, i giacimenti fossiliferi e i siti mineralogici e consente una ricostruzione paleo-ambientale a partire dal triassico medio (circa 235 milioni di anni fa) dell’area mediterranea. Gli affioramenti rocciosi su cui insiste l’abitato di Geraci Siculo – prosegue Torre – sono costituiti da arenarie fini e peliti marnose con potenti intercalazioni di quarzareniti a banchi conglomeratico-arenacei, indicati in letteratura come depositi del Flysch Numidico (Membro di Geraci), la cui età è riferibile all’Oligocene superiore – Miocene inferiore (a partire da circa 30 milioni di anni fa) e i depositi prima descritti sono stati interpretati come il prodotto di flussi gravitativi sottomarini che distribuivano il loro carico su ampie superfici; laddove i depositi più grossolani, conglomeratico-arenacei, almeno in parte, possono essere interpretati come il prodotto del riempimento di strette depressioni o canali. Queste rocce dal caratteristico color tabacco – sottolinea il geologo – sono sede di importanti acquiferi in ragione della presenza diffusa di fratture e fessure che consentono una elevata infiltrazione delle acque superficiali. Da ciò prendono origine le numerose sorgenti di acque minerali, dallo specifico chimismo siliceo e dal relativo basso residuo fisso. L’azione modellatrice degli agenti atmosferici, unita alla morfologia territoriale dell’areale comunale frutto di antichi movimenti tettonici – conclude Torre –  conferisce all’abitato un aspetto paesaggistico di rara bellezza che consente panoramiche mozzafiato sulla costa tirrenica”, conclude Torre.

Il Geopark madonita offre riscontri oggettivi attraverso gli affioramenti rocciosi, i giacimenti fossiliferi e i siti mineralogici e consente una ricostruzione paleo-ambientale a partire dal triassico medio (circa 235 milioni di anni fa) dell’area mediterranea. Il Madonie Geopark Unesco viene indicato tra i primi dieci fondatori della rete europea (EGN) ed è annoverato in quella mondiale (GGN) con oltre 160 Geoparks attualmente all’attivo. L’Ente Parco delle Madonie è stato antesignano nel redigere una carta territoriale dei geositi, che ben rappresentano le tipicità geologiche e le relative qualità naturalistiche, botaniche ed etno-antropologiche insistenti su di essi (Es: Geosito di Piano Catarineci ricadente nel territorio di Geraci).

“Sono davvero molto felice di supportare Geraci Siculo per la candidatura del concorso nazionale ‘Il Borgo dei Borghi’ – dice Angelo Merlino, presidente del Parco delle Madonie -. Una vittoria di Geraci rappresenterebbe una vittoria dell’intero Parco delle Madonie e potrebbe far accendere in tutti noi quella scintilla di orgoglio e far esplodere, una volta e per tutte, le potenzialità del nostro territorio. Bisogna votare ogni giorno per Geraci come prevede il regolamento. Oggi noto un’attenzione diversa verso l’intero comprensorio madonita ed è una cosa molto positiva, perché come dice quel detto: ‘l’importante è che se ne parli’. Siamo in un territorio che ha fortissime potenzialità – conclude Merlino – molte delle quali ancora non espresse al meglio”.

Per votare: www.rai.it/borgodeiborghi o

http://www.rai.it/ borgodeiborghi/Sondaggio- Borgo-dei-Borghi-2021- 6b12fa44-fc28-4fa8-969e- ac06ef3880d1.html .  È possibile esprimere un solo voto al giorno. Ogni preferenza va effettuata da una singola mail. Coloro i quali sono già in possesso di credenziali Raiplay possono effettuare direttamente il login al sito e, dopo l’autenticazione, esprimere la propria preferenza di voto. Gli utenti non ancora registrati per votare dovranno creare una utenza Raiplay indicando username, password e indirizzo e-mail di riferimento.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.