Gestiscono autolavaggio abusivo e percepiscono Rdc: sequestro e denunce a Mezzojuso | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

il fatto

Gestiscono autolavaggio abusivo e percepiscono Rdc: sequestro e denunce a Mezzojuso | VIDEO

di
8 Marzo 2021

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Nei giorni scorsi, nell’ambito del dispositivo di contrasto dell’abusivismo commerciale disposto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Palermo, i Finanzieri della Compagnia di Bagheria (PA) hanno individuato un’officina meccanica ed un autolavaggio che operavano senza alcuna autorizzazione prevista dalla legge.

In particolare, nel corso di un servizio di controllo del territorio, nel comune di Mezzojuso (PA) le Fiamme Gialle hanno scoperto e sequestrato due locali attigui, nei quali due soggetti gestivano attività di autofficina meccanica ed autolavaggio senza alcuna autorizzazione ambientale per lo scarico delle acque reflue, in assenza di qualsivoglia autorizzazione amministrativa per l’inizio dell’attività e senza aver dichiarato la propria posizione al Fisco.

Sono state così contestate ai soggetti esercenti le attività abusive, le violazioni alla normativa amministrativa di settore, interessando le Autorità competenti che provvederanno all’irrogazione delle sanzioni pecuniarie da 5.164 a 15.493 euro, per l’esercizio dell’attività in assenza della A.U.A..

Di conseguenza le Fiamme Gialle hanno proceduto al sequestro amministrativo e penale dei locali e delle attrezzature trovate al loro interno. Inoltre i titolari dell’autolavaggio abusivo sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Termini Imerese per i reati in materia ambientale per l’assenza delle autorizzazioni allo scarico di acque reflue industriali ed olii esausti previsto dall’art. 137 e 256 del T. U. Ambiente (D. Lgs. 152/2006).

Da successivi accertamenti posti in essere dai Finanzieri, in sinergia e collaborazione con INPS, mediante verificazioni dirette presso il Comune di residenza nonché attraverso le informazioni presenti nelle varie banche dati in uso al Corpo, è emerso che i due soggetti, erano percettori del reddito di cittadinanza.

Gli stessi, sono stati segnalati all’Ufficio I.N.P.S. competente per territorio per l’irrogazione della sanzione amministrativa di revoca/decadenza del beneficio.

L’operazione rientra tra i compiti istituzionali della Guardia di Finanza quale polizia economico – finanziaria costantemente impegnata alla repressione delle attività commerciali abusive, a tutela dell’ambiente e dell’economia sana.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin