Gettò una cagnetta in mare legata a un sasso per ucciderla: Enpa parte civile al processo :ilSicilia.it

l'annuncio

Gettò una cagnetta in mare legata a un sasso per ucciderla: Enpa parte civile al processo

di
7 Aprile 2021

L‘Ente Nazionale Protezione Animali è stato ammesso parte civile nel procedimento nei confronti dell’uomo che il 14 luglio 2018 a Custonaci, in provincia di Trapani, avrebbe gettato una cagnetta in mare legandola ad un grande pietra e poi si allontanò.

Mia – afferma l’Enpain una nota – riuscì incredibilmente a salvarsi grazie ai tanti bagnanti che si impegnarono a soccorrerla ed oggi è stata adottata e ha iniziato una nuova vita”. “Mia è riuscita a salvarsi, un vero miracolo”.

“Per lei e anche per tutti gli animali vittime di maltrattamento e uccisioni che non sono stati così fortunati – afferma Carla Rocchi, presidente – chiediamo giustizia attraverso una pena esemplare per colui che ha compiuto questo gesto così disumano, orribile e vigliacco! Confido nella giustizia”.

La prossima udienza si terrà il 24 settembre prossimo. “E’ stato anche contestato l’animalicidio nella forma del tentativo, il corrispettivo del tentato omicidio per le persone”, spiega Rocchi, aggiungendo che nel capo di imputazione si legge: “…sugli scogli in Località Rio Forgia, agendo con crudeltà, dopo avere legato il proprio cane femmina di nome MIA legando il collare ad una corda assicurata ad una grossa pietra, allo scopo di sopprimere l’animale volontariamente lo gettava in mare (avente una profondità di oltre 2 mt) assieme al masso e, non riuscendo nell’intento, resosi conto che il cane annaspava in acqua non riuscendo a risalire sugli scogli a causa del sasso adagiato sul fondo, si allontanava, in tal modo causando all’animale un grave stato di shock e sofferenze incompatibili alle sue caratteristiche etologiche in Custonaci il 14 luglio 2018″.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Immagina…

Immagina la “normalità” quale unico “manifesto per il futuro”. Il fallimento di una certa politica sta nel fatto di volerti vendere per straordinario tutto ciò che universalmente sarebbe stato normale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
La GiombOpinione
di Il Giomba

Andrà tutto bene(?)

È un anno intero, e anche qualcosa di più, che mi sento ripetere questa frase. Ma come faccio a pensare che andrà tutto bene?
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin