Giallo di Caronia, il medico legale: "Aspettiamo le analisi". La famiglia: "Non fate illazioni" :ilSicilia.it
Messina

le dichiarazioni

Giallo di Caronia, il medico legale: “Aspettiamo le analisi”. La famiglia: “Non fate illazioni”

di
23 Agosto 2020

Nessuna certezza ancora sulle cause della morte di Viviana Parisi. “Come ho sempre detto, finché non si avranno risultati di tutti gli accertamenti non si può dire alcunché, non c’è altro da dire“, ribadisce il medico legale Elvira Ventura Spagnolo, perito della procura di Patti nell’inchiesta sul giallo di Caronia.

“Al momento non si può dire nulla, sarebbe opportuno non fare illazioni. Siamo esterrefatti“. Ha commentato il legale della famiglia Mondello, Pietro Venuti, sull’ipotesi che Viviana Parisi si sia lanciata dal traliccio dell’Enel a Caronia.

“La nostra consulente di parte – ha aggiunto il penalista – la dottoressa Giuseppina Certo, mi ha ribadito che non è stata fatta alcuna misurazione e né lei, né i i medici legali nominati dalla procura, hanno mai dato per sicura questa tesi in quanto si dovranno fare ulteriori accertamenti”.

Leggi anche

Giallo di Caronia: previste indagini tecniche nei luoghi di ritrovamento dei corpi

Giallo di Caronia, i legali smentiscono il tentato suicidio di Viviana Parisi

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin