Giammanco: "Interrogazione a Di Maio, i pescatori siciliani sequestrati in Libia devono tornare a casa" :ilSicilia.it
Trapani

L'APPELLO ALLA FARNESINA DELLA SENATRICE AZZURRA

Giammanco: “Interrogazione a Di Maio, i pescatori siciliani sequestrati in Libia devono tornare a casa”

di
11 Settembre 2020

“È inaccettabile che gli equipaggi dei due pescherecci di Mazara Del Vallo sequestrati dalla Libia siano trattenuti a Bengasi da ben 11 giorni. Il ministro Di Maio, troppo impegnato in una campagna referendaria populista e senza alcuna utilità per gli italiani, deve subito delle spiegazioni alle famiglie di questi pescatori e al Parlamento. Per questo ho presentato un’interrogazione in merito, mi aspetto che il Ministro degli Esteri risponda il più presto possibile e si impegni subito per riportare i miei conterranei a casa”.

Così Gabriella Giammanco, Vicepresidente di Forza Italia in Senato e portavoce azzurra in Sicilia.

“Com’è noto i rapporti con la Libia sono fondamentali per l’Italia, il Presidente Berlusconi ne aveva compreso l’importanza strategica ma dopo di lui c’è stato il vuoto. Con i Governi che si sono succeduti abbiamo totalmente perso influenza in Libia e vicende come questa dimostrano che, a dispetto di un Di Maio recatosi nel Paese poche ore prima del sequestro, la nostra politica estera è fallimentare. Non solo dobbiamo gestire ondate migratorie fuori controllo che partono proprio dalle coste libiche ma i nostri pescatori devono anche correre dei pericoli semplicemente svolgendo il loro lavoro. Di Maio non perda tempo e si attivi immediatamente“, conclude Giammanco.

 

 

LEGGI ANCHE:

Pescherecci sequestrati in Libia, gli armatori: “Siamo preoccupati, non abbiamo notizie dalla Farnesina”

Pescherecci sequestrati in Libia, Musumeci a Conte: “Intervenga prima che sia tardi”

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Immagina…

Immagina la “normalità” quale unico “manifesto per il futuro”. Il fallimento di una certa politica sta nel fatto di volerti vendere per straordinario tutto ciò che universalmente sarebbe stato normale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
La GiombOpinione
di Il Giomba

Andrà tutto bene(?)

È un anno intero, e anche qualcosa di più, che mi sento ripetere questa frase. Ma come faccio a pensare che andrà tutto bene?
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin