Giammanco: "Interrogazione a Di Maio, i pescatori siciliani sequestrati in Libia devono tornare a casa" :ilSicilia.it
Trapani

L'APPELLO ALLA FARNESINA DELLA SENATRICE AZZURRA

Giammanco: “Interrogazione a Di Maio, i pescatori siciliani sequestrati in Libia devono tornare a casa”

di
11 Settembre 2020

“È inaccettabile che gli equipaggi dei due pescherecci di Mazara Del Vallo sequestrati dalla Libia siano trattenuti a Bengasi da ben 11 giorni. Il ministro Di Maio, troppo impegnato in una campagna referendaria populista e senza alcuna utilità per gli italiani, deve subito delle spiegazioni alle famiglie di questi pescatori e al Parlamento. Per questo ho presentato un’interrogazione in merito, mi aspetto che il Ministro degli Esteri risponda il più presto possibile e si impegni subito per riportare i miei conterranei a casa”.

Così Gabriella Giammanco, Vicepresidente di Forza Italia in Senato e portavoce azzurra in Sicilia.

“Com’è noto i rapporti con la Libia sono fondamentali per l’Italia, il Presidente Berlusconi ne aveva compreso l’importanza strategica ma dopo di lui c’è stato il vuoto. Con i Governi che si sono succeduti abbiamo totalmente perso influenza in Libia e vicende come questa dimostrano che, a dispetto di un Di Maio recatosi nel Paese poche ore prima del sequestro, la nostra politica estera è fallimentare. Non solo dobbiamo gestire ondate migratorie fuori controllo che partono proprio dalle coste libiche ma i nostri pescatori devono anche correre dei pericoli semplicemente svolgendo il loro lavoro. Di Maio non perda tempo e si attivi immediatamente“, conclude Giammanco.

 

 

LEGGI ANCHE:

Pescherecci sequestrati in Libia, gli armatori: “Siamo preoccupati, non abbiamo notizie dalla Farnesina”

Pescherecci sequestrati in Libia, Musumeci a Conte: “Intervenga prima che sia tardi”

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.