16 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.24
Palermo

La portavoce di Forza Italia in Sicilia accusa Di Maio

Giammanco: “Su sindaco Bagheria imbarazzante ipocrisia dei Cinquestelle” 

1 Marzo 2018

«I grillini, giorno dopo giorno, stanno crollando sotto il peso della loro imbarazzante ipocrisia. Di Maio ha rinnegato il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque, per le sue vicende giudiziarie ma non esige la sfiducia al sindaco da parte della maggioranza che il Movimento 5 Stelle ha in Consiglio comunale». Così Gabriella Giammanco, portavoce di Forza Italia in Sicilia e candidata capolista al Senato.

Patrizio Cinque
Patrizio Cinque

«Di Maio glissa, non sa cosa dire e in effetti, fossi in lui, sarei in forte imbarazzo perché i grillini del Consiglio comunale, a partire dal Presidente, non ci pensano nemmeno a sfiduciare il sindaco, dal momento che perderebbero le loro comode poltrone! Quello che sta accadendo a Bagheria è vergognoso ed è specchio del modo di procedere di una setta che non sa nemmeno cosa sia la politica e i suoi meccanismi. Finché la barca va, per i consiglieri grillini di Bagheria, basta conservare uno strapuntino di potere. “Chissenefrega” se poi, nonostante gridino ‘onestà’, dimostrano di non avere alcuna onestà intellettuale nei confronti dei loro concittadini bagheresi», conclude Giammanco.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.