19 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.35
Palermo

La portavoce di Forza Italia in Sicilia accusa Di Maio

Giammanco: “Su sindaco Bagheria imbarazzante ipocrisia dei Cinquestelle” 

1 Marzo 2018

«I grillini, giorno dopo giorno, stanno crollando sotto il peso della loro imbarazzante ipocrisia. Di Maio ha rinnegato il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque, per le sue vicende giudiziarie ma non esige la sfiducia al sindaco da parte della maggioranza che il Movimento 5 Stelle ha in Consiglio comunale». Così Gabriella Giammanco, portavoce di Forza Italia in Sicilia e candidata capolista al Senato.

Patrizio Cinque
Patrizio Cinque

«Di Maio glissa, non sa cosa dire e in effetti, fossi in lui, sarei in forte imbarazzo perché i grillini del Consiglio comunale, a partire dal Presidente, non ci pensano nemmeno a sfiduciare il sindaco, dal momento che perderebbero le loro comode poltrone! Quello che sta accadendo a Bagheria è vergognoso ed è specchio del modo di procedere di una setta che non sa nemmeno cosa sia la politica e i suoi meccanismi. Finché la barca va, per i consiglieri grillini di Bagheria, basta conservare uno strapuntino di potere. “Chissenefrega” se poi, nonostante gridino ‘onestà’, dimostrano di non avere alcuna onestà intellettuale nei confronti dei loro concittadini bagheresi», conclude Giammanco.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.