Giardini Orléans, Musumeci inaugura presepe: "Natale con aperture e in sicurezza" CLICCA PER VIDEO E FOTO :ilSicilia.it
Palermo

l'intervista

Giardini Orléans, Musumeci inaugura presepe: “Natale con aperture e in sicurezza” CLICCA PER VIDEO E FOTO

di
8 Dicembre 2021

GUARDA IL VIDEO IN ALTO E LE FOTO IN BASSO

In occasione della festività dell’Immacolata Concezione, il presidente della Regione Nello Musumeci ha inaugurato un suggestivo presepe allestito all’interno dei Giardini del Palazzo d’Orléans, rimasti aperti non solo la mattina, ma anche nelle ore pomeridiane.

E’ stato un momento di confronto per parlare ai siciliani “Forse come dice la scienza dovremo fare la quarta dose di vaccino, vedremo: intanto andiamo avanti con la terza. Abbiamo bisogno di trascorrere il Natale con le massime aperture e in sicurezza, in Sicilia la situazione al momento è sotto controllo ma non possiamo distrarci. Bisogna stare attenti ed è l’invito che faccio a tutti soprattutto in questo periodo di festività natalizie”. Così ha detto il governatore della Sicilia, a margine dell’inaugurazione del presepe all’interno del Parco Orleans, attiguo alla sede della Presidenza della Regione.

Lunga riunione nel giorno dell’Immacolata a Palazzo d’Orléans tra il governatore Nello Musumeci e i suoi assessori. “Non è una riunione di giunta, non c’era un ordine del giorno e neppure il segretario”, ha precisato il presidente Musumeci ai cronisti a margine dell’inaugurazione delle luminarie che addobbano il Palazzo, e del presepe all’interno del giardino. “Ogni tanto chiamo gli assessori per un ritiro, in genere lo facciamo fuori dal Palazzo questa volta ci siamo visti qui – aggiunge Musumeci – Abbiamo parlato di tanti temi: dal Pnrr alla manovra di bilancio”. 

Il governatore dell’Isola domani sarà ad Atreju. Incontro riservato con Meloni? “No”, risponde il presidente ai cronisti che, a margine dell’inaugurazione del prese nel giardino di Palazzo Orleans, sede alla Presidenza, gli hanno chiesto se alla manifestazione di FdI parlerà con Giorgia Meloni di un accordo con la sovranista in vista delle elezioni regionali del 2022. “Ad Atreju parleremo di migranti”, ha spiegato.

I palermitani e tutti i visitatori, dunque, hanno approfittato del giorno di festa per respirare l’atmosfera natalizia  nell’eccezionale scenario naturale offerto dal Parco della presidenza della Regione Siciliana. I circa tre ettari e mezzo dei Giardini, infatti, accolgono un inedito patrimonio composto da numerose specie faunistiche e ben 350 esemplari di 70 specie animali diverse.

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin