Giornata del dialetto 2019 [Il programma] :ilSicilia.it

Viva il siciliano, nobilissima lingua

Giornata del dialetto 2019 [Il programma]

17 Gennaio 2019

Il 17 gennaio è la Giornata Nazionale del Dialetto e delle lingue locali, organizzata da UNPLI: Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia.

giornata-nazionale-del-dialetto

Ogni anno, in questa data, non solo le Pro Loco, ma tutte le realtà istituzionali e anche i singoli cittadini sono invitati a ricercare e ritrovare una sintonia con le proprie tradizioni culturali e dialettali. Prima solo nel mese di gennaio e adesso, come vedrete dal programma che pubblichiamo, durante tutto l’anno, si susseguono eventi che aderiscono all’iniziativa. La prima edizione si è svolta a gennaio 2013.

PROGRAMMA

Giovedì 17 gennaio

Il Dialetto: Connessione fra passato e futuro (Enna)
Pro Loco Proserpina Enna promuove un incontro con gli alunni e i docenti per presentare il concorso letterario dialettale dedicato alle lingue locali, attraverso una presentazione e un gioco interattivo per far conoscere l’importanza del Dialetto e della conoscenza delle proprie origini linguistiche. I ragazzi sono stati invitati a scrivere sulla pagina facebook della Pro Loco un detto, una frase o un proverbio assolutamente in vernacolo. Questa manifestazione che è elogio dell’identità si svolge presso le scuole primarie e secondarie di primo grado ennesi.

Giovedì 17 gennaio

Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue Locali (Palermo)
Associazione di Promozione Sociale e Culturale “Accademia della Lingua Siciliana”.
Convegno, Incontro pubblico, Letture di poesie o proverbi. L’evento, organizzato dall’Accademia della Lingua Siciliana in collaborazione con l’Ass. “Palermo Risorge”, per sensibilizzare sull’importanza delle lingue locali, prevede la relazione degli studiosi Fonso Genchi e Fabio Petrucci su: “Lingua Siciliana e Bilinguismo” e “Dai Normanni al Vespro, la storia dell’isola nella lingua siciliana”. Durante la manifestazione, poesie e canzoni in lingue locali. l’Auditorium “Madre Maria Teresa Spinelli” – Via Pollaci 46 – Palermo.

Giovedì 17 gennaio

“A CIAZZA” (Piazza Armerina)
ISTITUTO COMPRENSIVO “CHINNICI-RONCALLI”. Una Raccolta di testimonianze video e audio, poesie, saperi, letture pubbliche di poesie o proverbi, giochi di strada, incontro con i genitori, recita di poesie, Filastrocca di Lucia Todaro musicata dal maestro Giuseppe Sant’Angelo. Via F. Petrarca, 53. Dialetto / Lingua locale: vernacolo-gallo italico

Sabato 19 gennaio

Canti e Cunti di ranni, carusi e picciriddi… (Maniace)
Pro Loco Maniace. Sabato 19 gennaio alle 9.30, presso il Salone Parrocchiale “Cristo Risorto”, La ProLoco di Maniace e L’Istituto Comprensivo “Carlo Levi” di Maniace, organizzano una manifestazione dedicata al dialetto maniacese attraverso una serie di canti e filastrocche in cui saranno presentati i lavori che gli studenti maniacesi hanno realizzato in occasione del “Premio Salva la tua lingua locale” sezione scuola. P.zza Comitato Cittadino Sala conferenze “Cristo Risorto”. Dialetto / Lingua locale: Maniacese.

Giovedì 31 gennaio

Il dialetto come strumento musicale e poetico (Sinagra)
Pro Loco Sinagra in collaborazione con il Comune di Sinagra. La Pro Loco e il Comune di Sinagra organizzano giovedì 31 gennaio, alle 17,30, al Palazzo Salleo, una conferenza su “Il dialetto come strumento musicale e poetico” dedicata al poeta Domenico Orifici e al Cantautore Melo Ballato.

Interverranno:
Ing. Antonino Musca Sindaco del Comune di Sinagra; Dott.ssa Vincenza Mola Presidente Pro Loco di Sinagra; Prof Cono Messina Artista; Prof. Mauro Geraci “Antropologo culturale presso l’Università degli Studi di Messina e cantastorie”; Prof. Domenico Orifici Poeta; Dott. Melo Ballato Cantautore.
Lettori : Clara Mancuso e Fabio Todaro.
La conferenza sarà allietata da letture di poesie e brani musicali. Palazzo Salleo via Umberto 1° Dialetto / Lingua locale: dialetto siciliano sinarisi.

Domenica 24 febbraio

Generazioni in strada (Novara di Sicilia)
Pro Loco Novara di Sicilia. “Loccu du Paorgio” (gioco della trottola) tra i bambini del luogo; lettura di libri di autori locali in lingua gallo-italica; video-intervista in lingua gallo-italica. Piazza S. Furnari – Palazzo Salvo Risicato. Dialetto / Lingua locale: Gallo-italico.

Venerdì 7 giugno

Presentazione del Vocabolario Nutigiano Italiano (Noto)
Pro Loco di Noto. Raccolta di libri in dialetto o sui dialetti, Raccolta di testimonianze video ed audio di proverbi, poesie, saperi, Convegno, Incontro pubblico, Letture pubbliche di poesie o proverbi, Coinvolgimento scuole con ricerche, lavori o altro, Rappresentazioni teatrali, Pubblicazione sul proprio sito internet della Giornata del Dialetto. L’evento si svolgerà il 7 giugno presso la Sala Gagliardi di Palazzo Trigona con la presentazione del vocabolario e la lettura di alcune poesie in lingua notigiana. Dialetto / Lingua locale: Notigiano.

Domenica 7 luglio

Concorso Letterario “Fogghi mavvagnoti” (Malvagna)
“Fogghi mavvagnoti”, giunto alla quarta edizione, è un premio letterario di racconti e poesie aperto a tutti i dialetti siciliani. La premiazione avverrà nei primi di luglio, in quel di Malvagna. Piazzetta Timpa Tirrinchiuna – Dialetto / Lingua locale: Dialetti e lingua locali della regione Sicilia.

E che Dialetto “siciliano” sia.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.