Giornata mondiale del cane: ecco cosa vuol dire averne uno nella propria vita :ilSicilia.it

oggi 25 agosto

Giornata mondiale del cane: ecco cosa vuol dire averne uno nella propria vita

di
26 Agosto 2021

“Il cane è la virtù che, non potendo farsi uomo, si è fatta bestia” ,Victor Hugo.

Si celebra oggi, 26 agosto, la Giornata internazionale dedicata ai nostri amici a quattro zampe.

Questa giornata è stata istituita nel 2004 e non è solo un omaggio a un amico fedele, ma è anche un’ulteriore occasione per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’odioso tema dell’abbandono.

 Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) ci sono più di 300 milioni di cani nel mondo di cui ben il 70% è randagio. 

Purtroppo, dopo il boom di adozioni verificatasi nel lockdown del 2020, i canili sono ritornati pieni zeppi di cani abbandonati, ma non è quello che si meritano.

I cani sono esseri meravigliosi che, come tutti, devono vivere con dignità e ricevere l’amore e la gioia che loro donano incondizionatamente a tutti. Per questo vi spiegheremo perché accoglierli nelle nostre case e adottarli vi cambierà la vita.

Avere un cane è un’esperienza meravigliosa per chiunque:

  1. significa imparare ad amare veramente e, chi non ne ha mai avuto uno, non potrà mai capire cosa vuol dire amare ed essere fedeli.
  2. Il cane vi apprezzerà sempre, non vi giudicherà mai, indipendentemente dai vostri difetti, e vi renderà solo migliori.
  3. E’ un antidepressivo naturale e averlo vicino, accarezzarlo e guardarlo, vi renderà felici perché è la più potente forma di energia positiva che vi può solo far rilassare e ricaricare.
  4. Tra un cane e il suo padrone si costruisce un legame speciale e inimitabile, fatto di momenti speciali, anche quando si fa una semplice passeggiata insieme, o si sta sul divano a guardare un film.
  5. Il cane sarà sempre presente, non vi sentirete mai soli e sarete sempre apprezzati, consolati e amati.
  6. I cani hanno il potere di insegnarvi a concentrarvi sulle cose davvero importanti: basta uno sguardo e vi dimenticherete delle cose futili.
  7. Nessuno vi accoglie al rientro a casa come sa fare un cane, nemmeno un figlio darà e avrà la stessa gioia di ritrovarsi.
  8. Il cane aiuta a socializzare. Andando a spasso, avrete l’opportunità di fare nuove amicizie con altri amanti degli animali e allontanare le persone che potrebbero essere mal intenzionate.
  9. Il cane vi aiuta a mantenervi in forma e bruciare calorie tra corse, salti e giochi vari.
  10. Si cresce insieme e si invecchia, con tutti gli acciacchi dell’età, ma l’amore sarà sempre lo stesso.

Una cosa è molto importante

Il cane non è un giocattolo e essere anziani o disabili non deve essere un handicap neppure per loro, quindi, a loro vanno dedicate cure e attenzioni pari a quelle degli esseri umani.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin