Giornata sulla mediazione: avvocati, commercialisti, notai ed esperti a Palermo :ilSicilia.it
Palermo

MERCOLEDÌ 11 DICEMBRE

Giornata sulla mediazione: avvocati, commercialisti, notai ed esperti a Palermo

di
10 Dicembre 2019

Un convegno dedicato alla mediazione, mercoledì 11 dicembre, a partire dalle 9, nella sede della Camera di Commercio Palermo ed Enna (via E. Amari,11 – Sala Terrasi – 2° piano).

Si farà il punto sull’“Alternative Dispute Resolution – ADR”, per utilizzare il termine anglossassone, cioè il procedimento stragiudiziale di risoluzione delle controversie, nato per essere alternativo al giudizio ordinario e per migliorare il sistema giustizia nel suo complesso.

Saluti Alessandro Albanese, presidente CCIAA Palermo ed Enna, Guido Barcellona, segretario generale CCIAA di Palermo ed Enna, Giovanni Immordino, presidente consiglio ordine avvocati Palermo, Fabrizio Escheri, presidente ordine dottori commercialisti ed esperti contabili Palermo, Mario Marino, presidente consiglio notarile distretti riuniti Palermo e Termini Imerese, Alfredo Geraci, avvocato e presidente Associazione Jus, Enrico Lombardo presidente Unione giovani dottori commercialisti Palermo.

camera di commercioInterventi: Paola Catania, mediatrice e avvocato del Foro di Palermo, su “Esperienze territoriali di mediazione. L’Organismo di mediazione della CCIAA di Palermo ed Enna”; Giuseppe Todaro, consigliere Sicindustria Palermo, su  “La mediazione. Opportunità per le imprese?”; Anna Maria Ferrari Aggradi, mediatrice, avvocato del Foro di Padova e presidente Comitato avvocati per la negoziazione su “territoriali di mediazione.

La mediazione nel Nord-Est d’Italia”; Massimo Riccobene, mediatore e avvocato del Foro di Palermo, su “Presenza delle Parti in mediazione e validità della procura”; Francesco Paolo Castellana, notaio dei distretti riuniti di Palermo e Termini Imerese, su “Verbale di mediazione e trascrizione RR.II.”; Salvatore Musso, dottore commercialista e segretario Unione giovani dottori commercialisti Palermo su “Agevolazioni fiscali e mediazione civile”; Cristiano Pagano, mediatore ed avvocato del Foro di Palermo, su “La mediazione dopo la legge Gelli sulla responsabilità professionale medica e sanitaria”; Donatella Draetta, giudice del Tribunale di Palermo sez. Lavoro, su “Quali spazi per la mediazione nel diritto del lavoro?”; Alessandro Rinaldi, procuratore dello Stato dell’Avvocatura distrettuale dello Stato, su “La difesa erariale nella mediazione civile”; Sandro D’Alessandro, avvocato del Foro di Palermo, su “Diritto di famiglia e mediazione civile”; Maria Vittoria Caiozzo, mediatrice ed avvocato del Foro di Palermo, su “La giustizia riparativa, la mediazione nel processo penale e la mediazione nel processo penale minorile”; Federico Russo, avvocato e docente dell’Università di Palermo, su “Mediazione e processo civile”. Moderatori: Noemi Corso, mediatrice e avvocato e Salvatore Mancuso, mediatore ed avvocato del Foro di Palermo.

L’evento, organizzato dalla Camera di Commercio di Palermo ed Enna, in collaborazione con l’Associazione Jus e l’Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Palermo, è accreditato per i crediti formativi e gode del patrocinio del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati Palermo, del Consiglio Notarile dei Distretti di Palermo e Termini Imerese, del Consiglio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Palermo; del Comitato Avvocati per la Negoziazione Padova.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Zio Mariano era Stabile

Lui era di poche parole e ogni sua frase era una sentenza. Le persiane della sua finestra a balcone sono chiuse e sotto c’è soltanto un via vai di gente che si affanna per farsi notare.

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.