Giovane tunisino disperso in mare, ricerche in corso a Pantelleria :ilSicilia.it
Agrigento

NESSUNA NOTIZIA DA SABATO

Giovane tunisino disperso in mare, ricerche in corso a Pantelleria

di
12 Ottobre 2020

Tragedia nel mare di Pantelleria dove un ragazzo tunisino risulta disperso da sabato sera. Un altro è stato salvato da un giovane pescatore diportista dopo che per 12 ore era rimasto in mare nuotando.

IL RACCONTO DEL SALVATAGGIO

Ero a pesca insieme ad un mio amico – racconta a Pantelleria Internet Giuseppe Pavia, che di professione fa il barista in un noto albergo dell’isola -. Eravamo nella zona tra Cuddie Rosse e Punta Fram e stavamo pescando a traina. Ad un tratto mi giro a dritta e vedo una boa che tratteneva una rete. Poco piu’ in la’ ad una distanza di circa 50 metri vedevo una cosa rotonda che mi sembrava un’altra boa“.

Poi ho realizzato che poteva trattarsi di una testa. L’ho indicata al mio amico Giammarco. Quando ho fatto un cenno con la mano, quello mi ha risposto. Non ho avuto piu’ dubbi e ci siamo avvicinati con la barca. Si trattava di un ragazzo che chiedeva aiuto. Parlava in francese. Gli abbiamo buttato un salvagente, abbiamo chiamato la Capitaneria di Porto dell’isola, gli abbiamo dato da mangiare della frutta e lo abbiamo fatto bere. La motovedetta e’ arrivata subito, dopo cinque minuti“.

Nei dintorni c’erano altre barche e nessuno aveva visto il ragazzo – aggiunge -. Non era facile. Io sono stato aiutato dal sole che avevo alle spalle e dagli occhiali polarizzanti che indossavo“.

RICERCHE IN CORSO

Il giovane tunisino ha raccontato che erano in sei su una piccola barca. A circa tre chilometri da Scauri e’ andato in avaria il motore. Hanno cercato di ripararlo, ma gli e’ caduto in acqua. Mentre quattro dei migranti a bordo sono rimasti sulla barca aspettando i soccorsi, due si sono buttati in acqua pensando di poter raggiungere la riva a nuoto.

I due si sono persi e il ragazzo che ce l’ha fatta è stato trovato in una zona molto distante dalla scogliera di Scauri. I quattro sono poi stati salvati nella notte tra sabato e domenica dalla motovedetta della Guardia Costiera, mentre il secondo ragazzo tunisino che si era buttato in mare e’ disperso. Lo stanno cercando Guardia Costiera, Carabinieri e Finanza coordinati dalla Capitaneria di Porto di Pantelleria.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Se sei donna

di Mila Spicola

Una via per Franca Florio

La vita di Franca Florio, fatta di discese ardite e dure risalite è una grande storia, la fortuna, la sfortuna, la ricchezza, la povertà, la felicità, il dolore, si mischiano in quello che è un romanzo più romanzo di ogni pagina immaginata.

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.