Giovani sempre più a rischio in tempi di Covid, Pira: “C’è un’emergenza educativa” :ilSicilia.it

il commento del sociologo dopo la morte di una bambina a causa di una challenge

Giovani sempre più a rischio in tempi di Covid, Pira: “C’è un’emergenza educativa”

di
24 Gennaio 2021

“Purtroppo riparleremo dei rischi che corrono i piu’ piccoli sui social network quando la cronaca ci restituira’ un altro caso dopo quello terribile di oggi di Palermo. Dobbiamo prendere atto che c’e’ un’emergenza educativa che si e’ acuita con l’uso eccessivo di tecnologie per l’emergenza pandemica”. Cosi’ Francesco Pira, professore associato di sociologia dei processi culturali e comunicativi dell’Universita’ di Messina, commenta il caso della bimba di 10 anni morta per soffocamento dopo una challenge su Tik Tok.

I social network – prosegue il sociologo che ha svolto sul fenomeno Tik Tok numerose ricerche – sono ormai i luoghi prevalenti di costruzione identitaria. Una delle caratteristiche principali che emergono dalla mia ultima ricerca delle dinamiche comunicative social e’ l’individualismo, la concentrazione su di se’. Mi capita di parlare in conferenze ed incontri con adulti, genitori e docenti ignari rispetto all’esistenza stessa di Tik Tok sugli smarthphone di figli e studenti, a fronte di un fenomeno che vede oltre 700 mila utilizzatori attivi al mese e piu’ di 1 miliardo di utenti“.

Tik Tok – prosegue lo studioso – e’ facile da installare, non serve neanche un profilo, utilizzatori sono i bambini in particolar modo, ben al di sotto dei 13 anni, limite di eta’ previsto per l’iscrizione”. Il sociologo lancia anche l’allarme “sulle sfide sempre piu’ assurde, pericolose, sui minori che espongono la propria immagine senza alcuna protezione. Tutti possono vedere tutti, senza restrizioni o blocchi”.

Secondo il professor Pira occorre intervenire subito: “bisogna innescare un nuovo processo culturale che deve investire la politica, il mondo dell’informazione, il sistema dell’istruzione e della conoscenza. Se ciascuno riesce a recuperare il proprio ruolo e torna a guidare il processo, costruendo nuove regole e non semplicemente adottando regole e strumenti che l’industria del web realizza per alimentare il proprio business, allora sara’ possibile invertire l’attuale tendenza“.

LEGGI ANCHE

Si soffoca con una cintura per una sfida sui social: bambina di 10 anni finisce in rianimazione

Gioco fatale su TikTok: morte cerebrale per bambina di Palermo

L’autopsia sulla bambina di Palermo: “morta per asfissia”, indagini sul cellulare

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin