10 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 11.23
Palermo

undicesimo appuntamento con "Cogito un aperitivo per la mente"

Giovanni Ventimiglia a ilSicilia.it: “Solo nel sistema della polis c’è democrazia” | Video intervista

6 Febbraio 2019

Guarda la video intervista in alto

L’undicesimo appuntamento con “Cogito un aperitivo per la mente” ha portato a Palermo il filosofo Giovanni Ventimiglia per parlare di gestione familiare della “cosa pubblica”, approfondendone le prospettive tra l’essere bene comune o privatistico.

In particolare Ventimiglia, studioso di Filosofia Teoretica e docente all’Università di Lucerna, partendo dalle ultime parole di Socrate e chiamando in causa anche altri filosofi, ha sottolineato la differenza, sostanziale, tra polis e tribù. Il luogo scelto per l’occasione è stato Palazzo delle Aquile, sede del Comune di Palermo.

La tribù ha come scopo il bene dei propri figli e dei propri affilati – ci dice nella video intervista – la polis invece ha come scopo il bene di tutti, conosciuti e sconosciuti. Quest’ultima penso possa essere l’unica forma in cui poter realizzare una democrazia“.

Ventimiglia Cogito

Fondatore dell’Istituto per gli studi filosofici e Presidente dell’Aristotele College Ventimiglia ha spiegato, in modo comprensibile a tutti e con esempi concreti attinti alla tradizione culturale siciliana, sua terra d’origine, in che modo la filosofia è in grado di tracciare, ancora oggi, una strada verso la democrazia, partecipativa e attiva, l’unica possibile.

E qualora, considerati i tempi che corrono, avessimo bisogno di parametri definiti per individuare un “uomo politico” la filosofia ci viene ancora in soccorso: “Prima Platone e poi Aristotele non ritenevano che ci fosse una virtù tipica dell’uomo politico: basta essere virtuosi per essere politici dicevano“.

Come di consueto Salvo Piparo e Silvia Ajelli hanno accolto il pubblico con le loro CogitAzioni, con la direzione di Alfio Scuderi.

Cogito un aperitivo per la mente è progetto nato da una idea di Alberto e Francesca Tasca d’Almerita.

 

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Una Mattina Diversa

Carissimi, erano quasi le ore 20.00 quando al mio congestionato telefonino mi giunse una telefonata da un numero al quale non potevo non rispondere. La voce era quella del segretario particolare del segretario del grande capo.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.