Giro di prostituzione nel palermitano; gli incontri avvenivano in abitazioni e in un centro massaggi :ilSicilia.it
Palermo

Divieto di dimora per una donna che gestiva un centro benessere adibito a casa di appuntamenti

Giro di prostituzione nel palermitano, incontri in abitazioni e in un centro massaggi

di
1 Febbraio 2017

I carabinieri eseguito tre misure cautelari nei confronti di tre indagati per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, detenzione abusiva di armi ed estorsione. L’indagine scattata nel 2015 ha fatto luce su un fiorente giro di prostituzione nei comuni palermitani di Cerda, Montemaggiore Belsito e Trabia.

Nell’attività sono coinvolte donne dell’est europeo e italiane. Ai domiciliari con braccialetto elettronico è finito Vincenzo Scaccia, 64 anni di Montemaggiore. Secondo le indagini dei carabinieri della compagnia di Termini Imerese avrebbe favorito la prostituzione di una ragazza di nazionalità romena e di una donna del luogo, procurando i clienti, individuando i luoghi dove effettuare gli incontri e percependo soldi dall’attività. Scaccia avrebbe anche una pistola detenuta abusivamente che ha mostrato ad una delle due prostitute che voleva ribellarsi. In casa sono stati trovati pallottole calibro 38.

Davanti la polizia giudiziaria si dovrà presentare Domenico Runfola di 50 anni; anche lui era in affari con il compaesano Scaccia e avrebbe sfruttato due prostitute dell’hinterland accompagnandole agli incontri con i clienti che lo stesso Runfola contattava, organizzandone la trasferta presso la sua “base logistica”. Gli incontri avvenivano in varie località, tra cui le abitazioni degli stessi clienti e presso alcuni alberghi del comprensorio madonita.

Per Giovanna Guagenti, 31 anni residente a Trabia nella frazione di San Nicola L’Arena è scattato il divieto di dimora. La donna, come hanno accertato i militari, svolgeva attività di prostituzione presso un “centro massaggi” da lei gestito. La donna aveva creato un profilo Facebook per pubblicizzare il centro massaggi e avrebbe consentito ad altre ragazze di prostituirsi con i diversi clienti, percependo parte del compenso. Tra le accuse anche quelle di aver costretto un cliente a versarle la somma di 700 euro – minacciando di riferire alla moglie della loro relazione – raccontando pure di essere rimasta incinta. Stessa sorte toccata ad altro cliente. Solo che in questo caso le somme erano più modeste.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin