Giro d'Italia in Sicilia, Musumeci presenta la corsa a Palazzo d'Orleans | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

LE VOCI DEI PROTAGONISTI

Giro d’Italia in Sicilia, Musumeci presenta la corsa a Palazzo d’Orleans | VIDEO

di
2 Ottobre 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Si è tenuta oggi, a partire dalle 15.30 nella Sala Alessi di Palazzo Orleans, la presentazione delle tappe del Giro d’Italia in Sicilia.

Un percorso molto lungo quello della Corsa Rosa, esteso per 3498 chilometri. Centosettantasei i concorrenti in gara, che si contenderanno sulle strade della Sicilia e non solo la maglia rosa.

All’incontro erano presenti il presidente della Regione Nello Musumeci, l’amministratore delegato di Rcs Sport Paolo Bellino e il direttore della corsa Mauro Vegni.

Assente l’assessore allo Sport Manlio Messina, impegnato a Catania, che ha tenuto però a salutare i presenti per via telefonica.

Quattro le frazioni che si correranno nell’Isola. Domani ci sarà la partenza dal Duomo di Monreale con arrivo a Palermo. Poi la carovana si trasferirà ad Alcamo per arrivare ad Agrigento. Lunedì la “Corsa Rosa” vivrà uno dei suoi apici, con l’arrivo sulle pendici dell’Etna dal versante di Linguaglossa. La prima grande occasione per i corridori di classifica per mostrare i muscoli e, magari, mettere in difficoltà qualche grande nome. Infine, giorno 6 ottobre, il Giro d’Italia si muoverà da Catania per giungere in quel di Villafranca Tirrena.

LE PAROLE DI NELLO MUSUMECI

Ad aprire la presentazione ci ha pensato il governatore Nello Musumeci, che ha pensato di dedicare un saluto al campione siciliano Vincenzo Nibali.

Nello Musumeci

Da siciliano vorrei dire forza Nibali, ma sono il presidente della Regione e devo apparire al di sopra della parti. Ma se facesse il tris non mi dispiacerebbe“.

Abbiamo assunto un impegno notevole dal punto di vista organizzativo ed anche finanziario perche’ riteniamo che fare partire dalla Sicilia il Giro di Italia sia non solo un omaggio ad una antica tradizione sportiva che merita tanto di cappello ma anche una occasione per promuovere questa isola e farlo in un momento piu’ difficile della sua storia, almeno da quando si è conclusa la guerra“.

Il presidente della Regione ha poi rivolto un messaggio a tutti i tifosi di ciclismo, invitandoli ad incitare i propri beniamini sulle strade del Giro d’Italia, rispettando le ordinanze sul coronavirus.

Serve mai come in questo caso il senso della responsabilità collettiva e non solo in questo caso ma in ogni momento della giornata. Non è possibile pensare che con la minaccia della sanzione si possa chiedere il rispetto dell’ordinanza“.

Durante la conferenza stampa, a specifica domanda, Nello Musumeci ha inoltre annunciato la sua presenza alla prima (Monreale-Palermo) e alla quarta tappa (Catania-Villafranca Tirrena).

LA PRESENTAZIONE DI RCS SPORT

Durante la presentazione Paolo Bellino, ad di Rcs Sport, ha dato la sua lettura di questa atipica edizione.

Domani ripartiamo e riparte l’Italia dalla Sicilia fino a Milano, Ricominciamo a fare vedere una Italia unica e una Italia inedita, con i colori dell’autunno e non della primavera. Uno spaccato unico dal punto di vista fisico e sportivo“.

Vorrei ringraziare tutti i sindaci di Italia – ha aggiunto Bellino – crediamo che si debba dare la massima visibilità del territorio. Senza i sindaci noi non potremmo attraversare i comuni e il territorio. E’ stata una grande battaglia quest’anno ma credo che sia importante fare un omaggio e dare un messaggio di speranza al pubblico“.

Daremo un grande segnale di ordine e di distanziamento e utilizzo delle regole al mondo intero“, ha aggiunto.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Deco