16 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 10.59
Palermo

CONCLUSA LA SEDICESIMA EDIZIONE

Giro Podistico di Sant’Ambrogio, manifestazione tra sport e legalità | FOTO

15 Agosto 2019
'
'
'
'
'

Guarda le foto in alto

Il Giro Podistico Internazionale di Sant’Ambrogio (frazione del comune di Cefalù) non è stata soltanto una gara sportiva, ma anche un momento per ricordare i caduti nella lotta antimafia e i valori della legalità.

La manifestazione, giunta alla sedicesima edizione, è stata organizzata dalla Acsd Ambrosiana e sostenuta dall’ACSI (Associazione Centri Sportivi Italiani), ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI.

La gara si è snodata all’interno della frazione di Sant’Ambrogio, con un ripido tratto in salita e una lunga discesa a seguire per una distanza complessiva di mille metri per giro.

All’interno della manifestazione si è svolta la c.d. “staffetta della legalità”, una gara 4×1000 metri intitolata a Giovanni Falcone e a Paolo Borsellino, vinta poi dalla rappresentativa della Siracusa Atletica.

La gara élite maschile, intitolata “Trofeo Nino Incaprera”, si è svolta sulla distanza di dieci chilometri. A triofare è stato il keniota Stanley Nyacheweya Siteki, che ha battuto in volata il ruandese Jean Marie Vianney Myasiro, seguito sul gradino basso del podio da Alessio Terrasi, giunto al traguardo con una quindicina di secondi di ritardo.

Grande attesa invece per la gara élite femminile, partita intorno alle 22.30. La gara è intitolata “Trofeo Rita Atria”, in onore della collaboratrice di giustizia suicidatasi una settimana dopo la strage di via D’Amelio.

La vittoria della competizione è andata alla ruandese Clementine Mukandanga, atleta che ha fatto fin da subito la differenza rispetto alla concorrenza. Al secondo posto si è piazzata Silvia La Barbera, distanziata di una trentina di secondi, seguita al traguardo dalla seconda delle ruandesi, Primitive Niyirora.

Durante la premiazione della gara femminile era presente anche Nadia Furnari, fondatrice proprio dell’Associazione Antimafie Rita Atria, ente fondata nel 1994 a Milazzo. Un’occasione per ricordare a tutti i presenti i valori della legalità e della giustizia, i quali si fondo allo sport ad esempio nei principi di lealtà, probità sportiva sui quali si fonda persino la Carta Olimpica del CIO.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.