Giudici onorari sospendono lo sciopero della fame a Palermo :ilSicilia.it
Palermo

protesta interrotta

Giudici onorari sospendono lo sciopero della fame a Palermo

di
15 Dicembre 2020

I due giudici onorari del Tribunale di Palermo, Sabrina Argiolas e Vincenza Gagliardotto, che dall’1 dicembre facevano lo sciopero della fame per protestare sulla situazione della loro categoria hanno interrotto la protesta.

A seguito dei recenti contatti istituzionali e politici qualificati – dicono riponendo fiducia nell’impegno assunto – in tale fase di emergenza pandemica ancora in atto – per una risoluzione celere e con decretazione d’urgenza della questione della magistratura Onoraria in regime transitorio, sospendiamo lo sciopero della fame“.

I magistrati onorari protestano perché “ancora privi di tutele giuslavoristiche, con prospettive di peggioramento, consistenti in demansionamento ed aggravio delle ore lavorative, a fronte di un’incongrua indennità, oltre all’imposizione a loro carico di tutte le spese contributive previdenziali ed assistenziali“.

Alla protesta dei due giudici onorari si era unita Giulia Bentley, vice procuratore onorario, ma per le sue già precarie condizioni di salute, ha interrotto dopo 4 giorni.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin