Giurisprudenza a Messina: una grande "Facoltà di scelta" :ilSicilia.it
Messina

Al via le immatricolazioni all'ateneo messinese

Giurisprudenza a Messina: una grande “Facoltà di scelta”

di
16 Luglio 2018

Una grande tradizione e un’offerta didattica articolata e diversificata al passo con le dinamiche reali del mondo esterno sono le prospettive che il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Messina, offre agli studenti che scelgono di intraprendere questo percorso di laurea, garantendo un’offerta formativa che si fonda su solide basi e volge anche lo sguardo al futuro occupazionale dei propri allievi, ai quali si dà la possibilità di modulare il piano di studi in base alle proprie preferenze.

“Questo è possibile coniugando un’attività didattica di profilo elevato con attività applicative adatte per la formazione del giovane giurista che poi può inserirsi nel mondo del lavoro, intraprendendo sia le professioni tradizionali che quelle emergenti che richiedono un’interconnessione dei saperi e richiedono sempre la presenza di un giurista con una solida preparazione”, spiega il prof. Giancarlo de Vero, direttore del Dipartimento.

studenti UnimeIl Dipartimento di Giurisprudenza “è una realtà giovane e dinamica dove si incontrano docenti preparati e vicini agli studenti sia sul piano professionale che umano, come sottolineato dalla prof.ssa Marianna Giuffrida, che coordina il corso di laurea magistrale in Giurisprudenza a ciclo unico, ma anche dalle prof. Francesca Pellegrino (delegata all’Orientamento) e Concetta Parrinello (coordinatrice del corso di laurea in Consulente del Lavoro e Scienze dei servizi giuridici) e dalla dott.ssa Carmela Portaro (responsabile dei Servizi didattici front office e sito), che insieme agli altri colleghi formano la “famiglia” di Giurisprudenza in Unime. Una squadra il cui obiettivo è quello di formare studenti che avranno una brillante carriera professionale.

L’offerta didattica è articolata nei primi tre anni con percorso comune e negli ultimi due anni in cui l’offerta viene invece diversificata in sei indirizzi: privatistico, pubblicistico, penalistico, storico-filosofico, internazionalistico- europeistico e infine commercialistico- navigazionistico” afferma la prof.ssa Giuffrida. “Oltre alle professioni tradizionali, come quella forense, la magistratura o il notariato, l’offerta didattica consente, così, di svolgere anche delle attività e delle professioni diverse che presuppongono una formazione giuridica. Inoltre, è possibile anticipare un semestre di pratica forense durante il percorso universitario e questa è una grossa opportunità che noi già offriamo ma che non tutti i corsi di laurea riescono a garantire aggiunge la prof.ssa Giuffrida. Fra i corsi di laurea proposti dal Dipartimento molto richiesto è quello di Consulente del lavoro che “registra un altissimo gradimento, perché circa l’80-85% dei nostri laureati riescono a superare l’esame di abilitazione all’esercizio della professione al primo tentativo e nel panorama italiano siamo tra le prime realtà che raggiungono questo risultato” dice la prof.ssa Parrinello.

Il bacino di utenza non si limita alla sola provincia di Messina e alla Calabria: infatti “negli ultimi anni si è registrato un crescente flusso di studenti provenienti dalla Sicilia Sud- Orientale e questo ci ha spinto in una prima fase, ormai da dieci anni, a creare dei corsi decentrati nella sede di Priolo, in provincia di Siracusa. La novità di quest’anno anno è di aver ottenuto il riconoscimento Ministeriale come sede decentrata a Noto dove dal prossimo anno accademico avvieremo il Corso di laurea Magistrale in Giurisprudenza “ conclude il Direttore del Dipartimento, prof. de Vero.

Unitamente all’offerta formativa eccellente, il Dipartimento di Giurisprudenza offre un servizio di orientamento particolarmente accurato che aiuta lo studente nella scelta del proprio percorso didattico e lo accompagna alla laurea. “Abbiamo da molti anni attivato dei percorsi pre-universitari stipulando delle convenzioni con alcuni istituti superiori e gli studenti che partecipano a questi percorsi acquisiscono dei crediti che verranno riconosciuti se si iscriveranno nel nostro dipartimento. L’attività di orientamento non si limita soltanto alle attività in entrata ma continua in itinere offrendo la possibilità di svolgere dei tirocini formativi presso diversi enti, compreso il Comune di Messina. Quando uno studente consegue la laurea non viene abbandonato ma viene consigliato sul tipo di percorso da intraprendereconclude la Prof.ssa Pellegrino.

Un altro aspetto a cui viene data attenzione è quello di fornire un’informazione aggiornata e costante di tutte le attività “noi lavoriamo in maniera organizzata per far sì che lo studente abbia sempre le informazioni più recenti e aggiornate possibili” conclude Carmela Portaro.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

Blog

di Renzo Botindari

E se fosse colpa del “mal bianco”?

La nostra città è come una bella pianta ammalata e piena del “mal bianco”, un grosso parassita che tarpa qualunque fioritura e che non permette ai fiori di schiudersi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin