Governo Draghi, Mineo: "FI Sicilia determinante. Senza sottosegretari Isola fuori da scelte strategiche” :ilSicilia.it

La protesta dei giovani azzurri

Governo Draghi, Mineo: “FI Sicilia determinante. Senza sottosegretari Isola fuori da scelte strategiche”

di
26 Febbraio 2021

Anche Forza Italia giovani in Sicilia mostra la sua perplessità rispetto alle scelte del partito nazionale, a due giorni dalle nomine dei sottosegretari nel governo Draghi.

“Nel ribadire i migliori auguri di buon lavoro alla compagine governativa azzurra appena incaricata, non si può non sottolineare che la mancanza di rappresentanti siciliani nella squadra di governo ci lascia perplessi e ci preoccupa molto”, dice Andrea Mineo, coordinatore regionale di FI giovani e consigliere comunale di Palermo.

“In un momento in cui in cui si dovranno pianificare le risorse europee del Recovery plan soprattutto al Meridione, la Sicilia rischia di restare fuori da scelte strategiche”.

In Sicilia – spiega – Forza Italia è un partito forte, radicato, che può contare su 700 amministratori locali, molti dei quali giovani, preparati e competenti. Una classe dirigente regionale che è motivo di vanto per tutto il partito”.

Nell’isola rappresentiamo il 20% dei voti dei siciliani, rispetto al trend nazionale del partito, attorno al 7%. Di questo, il 2% deriva dalla Sicilia. Senza il contributo dell’Isola, il partito avrebbe ben altri numeri”, ricorda Mineo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin